Verso il Mondiale Endurance . In pista Schumi jr e Valentino . Piloti attesi anche in centro

L’iridato Button tra i campioni, nei due team Ferrari spiccano i nomi di Fuoco e Giovinazzi. Nel team Af Corse un’altra vecchia conoscenza del Circus come il polacco Robert Kubica .

Verso il Mondiale Endurance . In pista Schumi jr e Valentino . Piloti attesi anche in centro

L’iridato Button tra i campioni, nei due team Ferrari spiccano i nomi di Fuoco e Giovinazzi. Nel team Af Corse un’altra vecchia conoscenza del Circus come il polacco Robert Kubica .

Un programma di pista particolarmente intenso; e tanti volti noti del motorsport pronti a svolgerlo (con una capatina in centro storico) da venerdì 19 a domenica 21 aprile. L’appuntamento imolese con il Wec si annuncia un gustoso antipasto del Gran premio di Formula 1 previsto invece a maggio.

La ‘6 Ore di Imola’, secondo round del Mondiale endurance, sarà assolutamente imperdibile. Non solo per il rinnovato duello tra Toyota e Ferrari, con la Casa di Maranello che, alla stagione di esordio nel Wec, è stata capace di battere il colosso giapponese nella mitica 24 Ore di Le Mans; ma anche l’approdo di nuove prestigiose scuderie come Lamborghini, Bmw e Isotta Fraschini.

Per quanto riguarda le hypercar, che in questi mesi hanno avuto modo di saggiare i tornanti del circuito cittadino nel corso di alcuni test, gli occhi sono puntati tutti sulla Ferrari. Nei due team della scuderia del Cavallino rampante spiccano i nomi di Antonio Fuoco e dell’ex pilota di Sauber e Alfa Romeo in Formula 1, Antonio Giovinazzi. Sempre al volante della Ferrari 499 P, ma con il team Af Corse, anche un’altra vecchia conoscenza del Circus come il polacco Robert Kubica. A proposito di F1, gli imolesi potranno rivedere in pista pure l’olandese Nick de Vries, il tedesco Mick Schumacher (figlio dell’indimenticato Michael) e il britannico Jenson Button, campione del Circus iridato nel 2009 e oggi 44enne.

E ancora il russo naturalizzato italiano Daniil Kvyat, che ha corso in AlphaTauri fino al 2020. Nella classe Lmgt3, al volante della Bmw del team belga Wrt, c’è (neanche a dirlo con il numero 46) l’ex campione del mondo della MotoGp, Valentino Rossi, che iniziò la sua nuova avventura su quattro ruote proprio a Imola nel 2022 quando correva nel Gt world challenge europe.

L’evento del 19-21 aprile verrà presentato oggi in aeroporto a Bologna, ma il programma è ormai noto. Auto in pista già mercoledì 17, al pomeriggio, per una grande foto collettiva. Giovedì 18 passeggiata dei piloti lungo il circuito e inedito briefing in centro storico. Venerdì 19 giornata di prove libere, mentre sabato 20 sarà la volta delle qualifiche per Lmgt3 e Hypercar e della gara-1 per Porsche Carrera Cup Germany e Lamborghini Super Trofeo Europe. Domenica 21, dopo le altre gare di queste ultime due categorie, alle 13 scatta la ‘6 Ore’ che si concluderà appunto alle 19, quando la pista verrà aperta al pubblico per l’invasione in stile F1. Biglietti in vendita su Ticketone.

Oltre che dall’attività in pista, il fine settimana della gara sarà caratterizzato da numerosi eventi collaterali: concerti, spettacoli, stand enogastronomici, sfilate, mostre a tema e parate di auto. Il tutto darà vita a una "esperienza unica per lo spettatore – sottolineano dal Comune –, al fine incrementare i flussi di incoming turistico oltre che valorizzare e consolidare Imola e il suo territorio, a partire dall’Autodromo, in una dimensione internazionale".

L’evento è stato inserito nella ‘Giornata nazionale del made in Italy’, iniziativa presentata l’altro giorno a Palazzo Piacentini (Roma) e promossa appunto dal ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, che verrà celebrata il 15 aprile di ogni anno, nel giorno dell’anniversario della nascita di Leonardo da Vinci. E i numeri che il Governo si aspetta da questo Mondiale Endurance sono grandi: 60mila spettatori nel fine settimana, di cui oltre 30mila nel giorno della gara, con una copertura televisiva cumulativa attorno ai 125 milioni di telespettatori e quattro milioni di follower sui social media.

Dal canto suo, L’autodromo Enzo e Dino Ferrari ha già ospitato gare endurance. Nel 2011 un round dell’Intercontinental Le Mans Cup, precursore del Wec, dal 2013 al 2016 la European Le Mans Series, manifestazione tornata a Imola nel 2022 e che, dopo l’assenza dello scorso anno, sarà di nuovo presente anche in questo 2024. Andando ancora più indietro con gli anni, nel 1984 l’Autodromo fu il teatro di una prova del Campionato Mondiale Sportprototipi, la 1000 KM di Imola, vinta dalla coppia tedesca formata da Hans-Joachim Stuck e Stefan Bellof, al volante della Porsche 956 B.