Formati in 5 anni 60 ingegneri ’Mekane’ di Hpe, Unibo e Unimore brinda ai successi dei suoi giovani

L'evento "Mekané: 5 anni di sapere" ha celebrato la collaborazione tra HPE Group e le Università di Bologna e Modena, che ha portato alla formazione di oltre 60 ingegneri altamente specializzati in tempi record. Un progetto pionieristico per l'innovazione tecnologica e la contaminazione delle competenze.

Formati in 5 anni 60 ingegneri ’Mekane’ di Hpe, Unibo e Unimore brinda ai successi dei suoi giovani
Formati in 5 anni 60 ingegneri ’Mekane’ di Hpe, Unibo e Unimore brinda ai successi dei suoi giovani

Si è tenuto ieri, presso la sede di HPE Group, l’evento ’Mekané: 5 anni di sapere’, un momento organizzato dall’azienda modenese per confermare l’attenzione e l’impegno a mantenere ben saldi i legami con le Università di Bologna e Modena, e un’occasione per fare un bilancio dei risultati di questi anni di attività di Mekané, la scuola di alta formazione in High Performance Engineering nata nel 2018 proprio dalla collaborazione dell’azienda con i due Atenei. Presenti per l’occasione, oltre a un’ottantina di giovani ingegneri dell’azienda laureatisi ad Unibo e a Unimore, anche il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, che ha aperto l’incontro, il Generale Davide Scalabrin, dell’Accademia Militare di Modena, accompagnato per l’occasione da una decina di giovani ufficiali e allievi. I rettori Giovanni Molari e Carlo Adolfo Porro sono stati coinvolti insieme all’ingegner Andrea Bozzoli e al professor Enrico Sangiorgi in una tavola rotonda intitolata: ’Mekané: la collaborazione tra Impresa e Università come asset fondamentale per la specializzazione delle competenze nella Motor Valley’.

Oltre 60 ingegneri altamente specializzati sono stati formati dal 2018 ad oggi con più di 270 ore di formazione erogate da oltre 40 docenti delle Università coinvolte nel progetto. Un investimento complessivo di oltre 500 mila euro, tra costi vivi delle lezioni e costi sostenuti per la creazione degli spazi dedicati alle attività di formazione, i Box Lab, strutture sviluppate seguendo il modello della circular e della green economy, realizzate per il 70% con materiali di riuso e progettate per essere autosufficienti sotto il profilo idrico per l’80% e sotto quello energetico per il 90%. Questi alcuni dei numeri che hanno caratterizzato Mekané dal suo avvio ad oggi, un progetto pionieristico per il tipo di cooperazione proposta ed attuata dai protagonisti, le Università e HPE Group, e per gli esiti attesi: la formazione in tempi record di profili professionali altamente specializzati nei settori di interesse dell’azienda, in particolare quello dell’automotive, del motorsport e dell’off-highway. L’ambizioso obiettivo è stato raggiunto attraverso l’organizzazione di corsi tenuti esclusivamente da professori ed esperti nei rispettivi campi d’azione e dedicati a piccoli gruppi di ingegneri, per facilitare il trasferimento tecnologico e la contaminazione delle competenze. Tra le tematiche oggetto dei corsi particolare rilevanza è stata posta su elettrificazione, intelligenza artificiale ed elettronica di potenza, tecnologie che rappresentano per l’azienda un volano strategico per lo sviluppo futuro.