Influenza e Covid, il picco è vicino. “Sintomi più pesanti e febbre alta, ospedali in difficoltà”

Alessandra Fantuzzi, Igiene Pubblica dell’Ausl: “Tantissimi modenesi sono a letto ammalati Probabilmente si sono contagiati durante le feste di Natale quando ci sono più occasioni di incontro”

Modena, 6 gennaio 2024 – Sono stati tantissimi i modenesi che hanno trascorso le festività natalizie sotto le coperte e non per scelta: il virus influenzale si è ‘abbattuto’ con una certa prepotenza un po’ in tutto il paese, rovinando a tanti le vacanze Natalizie e l’inizio del nuovo anno.

Influenza e Covid: il picco è vicino. Ecco i sintomi
Influenza e Covid: il picco è vicino. Ecco i sintomi

Nella nostra provincia, infatti, i casi di virus respiratori – influenza, covid o altri – sono in crescita: a confermarlo sono i numeri del Sistema di sorveglianza integrata nazionale Respivirnet, che ha rilevato il passaggio da 19.15 casi ogni mille assistiti della 51esima settimana del 2023 a 21.44 casi della 52esima settimana, l’ultima dell’anno.

In questi giorni ci stiamo avvicinando al picco di diffusione dei virus respiratori e le attività dei medici sentinella a Modena sono fondamentali per monitorare l’andamento dell’ influenza e delle infezioni simil-influenzali. 26 medici sentinella distribuiti su tutto il territorio sono attivi per raccogliere tamponi e segnalare i casi di influenza e infezioni respiratorie simili all’influenza. I campioni di tamponi vengono inviati per l’analisi di laboratorio al fine di identificare il tipo di virus responsabile dell’ infezione e, dai dati fino ad ora raccolti, è emerso come l’influenza di tipo A H1N1 sia la forma virale maggiormente presente (31%).

"Stiamo arrivando al picco – conferma Alessandra Fantuzzi, del servizio igiene pubblica Ausl – ma lo vedremo a posteriori, quando analizzeremo i dati. Quella a cui abbiamo assistito quest’anno è stata un’influenza più pesante perché ha colpito molto i bimbini con febbre alta e di lunga durata. Quest’anno – continua Fantuzzi – a causa del caldo prolungato il virus influenzale, il covid o comunque i virus respiratori si sono diffusi più tardi. Dovremmo aver raggiunto il momento con l’incidenza maggiore: al momento anche gli ospedali sono molto pieni e sono più in difficoltà rispetto allo scorso anno: in circolo ci sono tanti virus respiratori".

«Per quanto riguarda il Covid – commenta ancora Fantuzzi – quest’anno è accaduto ciò che ci si aspettava: influenza e covid sono circolati in contemporanea ma, dai tamponi analizzati dai medici sentinella, a circolare è soprattutto l’influenza di tipo A. Possiamo dire che in questo momento ci sono tanti modenesi ammalati – continua – ci siamo ammalati tutti durante le vacanze probabilmente a causa di maggiori occasioni di incontro. E’ fondamentale continuare ad utilizzare tutte le misure di prevenzione e protezione, comprese le mascherine, soprattutto per proteggere i più fragili: anziani, donne in gravidanza e bambini che si ammalano tanto e con ‘febbroni’ importanti. Occorre cercare, se si è sintomatici di stare attenti senza stigmatizzare chi si mette la mascherina ma, anzi, apprezzando il gesto. Se si hanno sintomi è bene indossarla. Infine – conclude – per quanto riguarda le coperture vaccinali sia per influenza che per Covid i medici hanno continuato a vaccinare e ci si può ancora prenotare rivolgendosi al proprio medico di medicina generale".