Modena senza Gerli, sfida al centrocampo per Bianco

L'assenza di Fabio Gerli mette in difficoltà il Modena, ma la squadra ha dimostrato di sapersi adattare. Paolo Bianco dovrà affidarsi a Palumbo e valutare le opzioni in centrocampo per affrontare la sfida.

Modena senza Gerli, sfida al centrocampo per Bianco

L'assenza di Fabio Gerli mette in difficoltà il Modena, ma la squadra ha dimostrato di sapersi adattare. Paolo Bianco dovrà affidarsi a Palumbo e valutare le opzioni in centrocampo per affrontare la sfida.

E’ vero, era già successo e il Modena, in diversi frangenti, era riuscito a cavarsela ugualmente, portando a casa anche punti preziosi. Ma l’assenza di Fabio Gerli, soprattutto in un momento così delicato per la squadra, è una brutta tegola per Paolo Bianco.

Lo ha già anticipato il tecnico: senza Gerli starà a Palumbo prendere in mano le chiavi del centrocampo. Sarà lui a giocare play basso, dovrà essere l’uomo che riceve palla dai difensori e inizierà l’azione dialogando con i compagni di centrocampo oppure innestando gli attaccanti con lanci lunghi o passaggi in profondità.

E’ già successo, si diceva. Tra novembre e dicembre Gerli fu costretto a stare fuori anche allora per infortunio e in diversi casi la squadrà resse bene, conquistando due vittorie che a distanza di tempo potrebbero rivelarsi decisivi, contro Catanzato e Raggiana. Proprio in terra calabrese i giallolbù giocarono un’ottima gara, anche se il gol decisivo arrivò dal subentrato Bozhanaj. Quel giorno il centrocampo era composto da Palumbo, Magnino, Duca e Tremolada. Un altro Modena, un altro centrocampo, con Tremolada che allora sembrava insostituibile. Adesso il mancino assist man parte dalla panchina, ma non è detto che Bianco, che lo ha ributtato nella mischia proprio contro il Bari, non decida di reimpiegarlo proprio per dare un tocco un più di fantasia alla linea mediana gialloblù. Lo stesso centrocampo venne schierato nella disgraziata partita persa in casa con la Sampdoria e venne riproposto una settimana dopo a Parma, dove il Modena prese un punto. Poi arrivò il derby con la Reggiana, partita che entusiasmò pubblico e ambiente. Anche allora Bianco partì con Magnino, Palumbo, Duca e Tremolada, con quest’ultimo che nel secondo tempo cedette il posto a Bozhanaj che con un bel tiro da fuori area regalò la vittoria ai gialloblù. Identico schieramento anche a Como, dove il Modena, sette giorni dopo, perse con un gol subito in mischia negli ultimi minuti.

Insomma, l’assenza di Gerli sarà pesante, ma la squadra ha già dimostrato di poter reggere. Molto dipenderà da Palumbo e dalla sua tenuta fisica, visto che gli si chiederà uno sforzo in più. Chi saranno i suoi compagni di reparto? Con il Bari è sceso in campo Magnino, ma non è escluso un utilizzo di Battistella, che nei minuti in cui è stato utilizzato è sembrato abbastanza vivace e in grado di riporre le sue progressioni. Da valutare anche Tremolada dall’inizio e un ripescaggio di Duca, con Santoro che al momento sembra essere l’unico sicuro di partire dall’inizio.

Roberto Grimaldi