Pd, rivoluzione finanziaria. Nuove risorse per i circoli: "Al fianco della comunità"

Una quota dei fondi raccolti dagli amministratori sarà ora dedicata al territorio Vaccari subentra a Ori: il parlamentare dem è il nuovo tesoriere del partito.

Pd, rivoluzione finanziaria. Nuove risorse per i circoli: "Al fianco della comunità"

Una quota dei fondi raccolti dagli amministratori sarà ora dedicata al territorio Vaccari subentra a Ori: il parlamentare dem è il nuovo tesoriere del partito.

Per riavvicinare la politica alla gente, la politica deve stare in mezzo alla gente. E se un partito vuole trovare nuove ‘forze’ per rinnovarsi, non può pensare di rimanere chiuso nelle stanze delle segreterie ma deve essere presente sul territorio e promuoversi sul territorio. Ecco perché il Partito democratico, alle origini, ha scelto di essere presente sul territorio attraverso i circoli. Ora, per dare più vigore a questi circoli in tutta la provincia, il partito modenese (che conta circa 4.500 iscritti) ha fatto una piccola-grande rivoluzione varando il nuovo Regolamento finanziario. Poche righe per chiarire che una quota di quanto il partito riesce a raccogliere dalla "contribuzione in quota parte da parte degli amministratori" come previsto dall’art 46 dello Statuto nazionale, sarà destinata al territorio. Infatti - hanno spiegato ieri dal Pd di Modena in una nota stampa - il 50% delle risorse così raccolte saranno girate ai circoli, che finora non hanno mai ricevuto un quattrino dai piani alti e hanno sempre dovuto contare sull’autofinanziamento.

Questo ‘processo’ verrà garantito e sarà sotto la supervisione di due nuovi organismi: un comitato di tesoreria che coadiuvi il Tesoriere e l’assemblea dei tesorieri di circolo. Sempre ieri sono stati comunicati cambi all’interno della segreteria provinciale del partito. Il posto di tesoriere - reso vacante dopo la rinuncia di Francesco Ori che per primo aveva deciso di correre alle primarie per individuare il candidato a sindaco del centrosinistra, prima ancora che partisse il dibattito interno al partito e prima che si arrivasse a individuare la figura di Massimo Mezzetti - verrà ricoperto da Stefano Vaccari. Eletto nel corso dell’ultima direzione, il parlamentare modenese entra di conseguenza anche nella segreteria provinciale. "L’impegno instancabile di Francesco Ori, e di tutto il gruppo che l’ha supportato - ha commentato il segretario provinciale del Pd, Roberto Solomita - ha consentito di gestire una macchina complessa nella sua dimensione economico-organizzativa, mantenendola in equilibrio senza l’aiuto di finanziamenti pubblici, sia realizzando anche un passaggio molto importantissimo e non semplice come quello dell’insediamento della Festa de l’Unità provinciale nei nuovi spazi dell’Ippodromo. Il nostro ringraziamento va ovviamente anche a Stefano Vaccari, che ha accettato l’onere e la responsabilità di un compito davvero importante". "Ho accettato questo incarico animato dal senso di responsabilità e riconoscenza nei confronti della comunità politica alla quale appartengo, e che mi ha sempre sostenuto – è il primo commento di Vaccari –. Unendomi ai ringraziamenti a Francesco Ori per il grande lavoro svolto sin qui, prometto che mi impegnerò a fondo, insieme al gruppo dirigente, per mettere a servizio della comunità democratica ogni risorsa disponibile.

Un grandissimo numero di persone guarda a noi perché insieme si difendano quei valori di democrazia, eguaglianza e tutela dei più deboli, e questa fiducia deve essere ripagata dalla massima assunzione di responsabilità, anche sotto il profilo della gestione delle risorse, di chi ha l’onore e l’onere di ricoprire incarichi di direzione".

p.t.