Far West all’incrocio: tamponano un’auto per rubare una borsa, sfregiata una donna

Agguato a Modena, in via Nonantolana, al semaforo all’altezza del supermarket: un Suv con a bordo 3 ladre ha investito il veicolo di una coppia. Due donne hanno sfregiato la passeggera mentre il conducente, per inseguirle, è stato trascinato per metri sull’asfalto

Sul posto carabinieri, polizia e due ambulanze
Sul posto carabinieri, polizia e due ambulanze

Modena, 13 febbraio 2024 – Il far West alla Crocetta. Sono stati momenti di terrore quelli vissuti ieri pomeriggio da una coppia di nordafricani: la dinamica è ancora tutta da chiarire, è da premettere. Pare però che tre donne, a bordo di un Suv abbiano volutamente tamponato l’auto che le precedeva, con a bordo la coppia in questione per poi aggredirla e rapinarla.

Ma c’è di più perché la donna a bordo della Fiat Punto tamponata, incinta, è stata ferita al volto con una cesoia mentre il compagno, un tunisino 40enne, nel tentativo di fermare la vettura in corso, con alla guida una delle presunte malviventi è stato trascinato per almeno duecento metri.

La dinamica dell’agguato

I momenti di paura e follia si sono consumati ieri, intorno alle 17 in via Nonantolana, all’altezza del supermercato Interspar. La coppia è ferma in coda, prima del semaforo.

All’improvviso alle sue spalle arriva un Suv bianco con a bordo tre donne che tampona la vettura che le precede. Una delle tre signore si avvicina velocemente all’auto della coppia e ruba dall’interno la borsetta. Nel tentativo di fermare le malviventi, il conducente esce dal mezzo e prova ad inseguirle.

E’ qui che la dinamica non è chiara: i testimoni affermano di aver visto due delle tre donne accanirsi sulla giovane seduta in auto, picchiandola e ferendola al volto con una cesoia o comunque con un paio di forbici. Contemporaneamente il 40enne si lancia sulla vettura, nel tentativo di fermarla ma la conducente (le altre sono ancora in strada) comincia ad effettuare una serie di manovre azzardate fino a che non effettua un’inversione e ingrana la marcia, per poi partire a tutta velocità. Il 40enne viene trascinato per duecento metri sull’asfalto prima di finire a terra con serie lesioni alla schiena.

Sul posto intervengono i carabinieri, gli agenti della polizia e ovviamente due ambulanze per prestare soccorso ai feriti: la coppia non avrebbe fortunatamente riportato ferite gravi. I militari chiudono le vie d’uscita nel tentativo di individuare le responsabili e pare che ieri sera almeno due delle presunte rapinatrici siano state fermate e portate in caserma.

Il racconto dei testimoni

Decine i cittadini sconvolti dalla scena. "Oggi qui c’è stato il Far West – sottolinea Marcello Messori, residente della Crocetta – ero in casa quando ho iniziato a sentire urla strazianti di tantissime persone. Una volta in strada, ho visto un Suv bianco che scappava con un signore aggrappato sopra: l’uomo cercava disperatamente di fermare il mezzo che ha fatto manovre incredibili per uscire da un parcheggio. Poi la donna al volante è partita a cento all’ora con il signore ancora aggrappato sul cofano ed ha fatto una manovra repentina per farlo cadere a terra. Il signore era immobile, sull’asfalto: credo avesse battuto la schiena".

Sconvolta anche Giulia Croci: "IO e mia mamma eravano all’interno del supermercato quando abbiamo sentito urla fortissime. Sono corsa fuori e ho subito notato una signora che picchiava una donna, che era tutta graffiata in volto ed era seduta in auto. L’uomo vicino a lei gridava invece che era stato rapinato del portafogli e cercava di fermarle. Una delle tre riprendeva con il telefonino – racconta la giovane – , la seconda signora aiutava invece la terza ad aggredire la donna che era ancora in auto. Quella intenta a riprendere con il telefonino – racconta ancora la ragazza – ad un certo punto ha gridato alle altre: "Dai, andiamocene". Poi ha tirato fuori dal pantalone dell’altra signora una cesoia, con cui aveva aggredito la donna e ha lanciato l’arma a terra. Due sono scappate a piedi – conclude ancora incredula la giovane - mentre la terza è salita in auto ed è fuggita". Indagano i carabinieri.