Alessandro Rovinalti, presidente e amministratore delegato. N. el 2020, nonostante la crisi provocata dal Covid, l’azienda. ha aumentato il fatturato globale del 13%
Alessandro Rovinalti, presidente e amministratore delegato. N. el 2020, nonostante la crisi provocata dal Covid, l’azienda. ha aumentato il fatturato globale del 13%

La filosofia del ‘bianco pensare’: Rovinalti, azienda di Pavullo del Frignano (Modena) porta avanti questo pensiero e da 50 anni lo concretizza ogni giorno, producendo attrezzature, macchine e impianti per l’industria lattiero-casearia, come spiega Alessandro Rovinalti, presidente e amministratore delegato.

‘Da 50 anni diamo forma al tuo latte’ è lo slogan che vi caratterizza: come è nato?

"Lo abbiamo scelto per celebrare il nostro mezzo secolo di storia. Nel 1971 mio padre Giancarlo con i fratelli Venanzio e Giuseppe hanno dato vita all’attività, che nel corso del tempo è rimasta nelle mani della famiglia e che oggi è giunta alla seconda generazione. Lo slogan è la sintesi di cosa abbiamo fatto in questi 50 anni e della mia vita: si può dire che io sia ‘nato in un caseificio e cresciuto a latte e parmigiano reggiano’, perché fin da piccolissimo sono stato accanto a mio nonno Cesare che era un Mastro Casaro. La sfida di oggi è quella di costruire caseifici perfetti per dare vita ad un’eccellenza: il Parmigiano Reggiano".

Quali sono i vostri servizi principali?

"Garantiamo la produzione dalla A alla Z: dalla costruzione delle cisterne per il trasporto del latte fino al confezionamento dopo la lavorazione e la formatura, la salagione e la stagionatura. Infine, confezionamento e preparazione del formaggio per la vendita al dettaglio o all’ingrosso. Normalmente partiamo dal ‘foglio bianco’ per costruire un progetto sartoriale: macchine e know how per dare un servizio completo. L’ufficio tecnico provvede alla progettazione, poi si passa alla costruzione delle macchine. Il cento per cento della filiera produttiva avviene in azienda. I nostri clienti, i caseifici, lavorano tutto l’anno, gli impianti non si fermano nemmeno a Natale. Il nostro obiettivo è quello di garantire l’eccellenza del servizio 365 giorni l’anno".

Che step avete seguito?

"Nel corso del tempo si è passati da ‘macchine robuste’ - era il mantra degli anni Settanta - alle prime evoluzioni in cui il concetto di qualità iniziava ad emergere negli anni Ottanta. Negli anni Novanta ci sono state le prime innovazioni di processo, nel 2000 è stata la volta delle automazioni degli impianti e nel 2010 il decennio dell’eco sostenibilità, per arrivare oggi a un livello di automazione 4.0, ma sempre nel rispetto della tradizione. Queste sono le qualità che i nostri clienti apprezzano di più".

Di recente accanto al marchio aziendale è comparsa la scritta ‘Made in Rovinalti’: cosa significa?

"Da sempre costruiamo le nostre macchine e i nostri impianti in Italia, da qualche tempo però abbiamo deciso di fare di questa identità parte del nostro logo, per sottolineare il valore delle radici, delle origini e della fedeltà ad un territorio. Crediamo che per andare lontano sia necessario, prima di tutto, ricordarsi da dove si è partiti".