Maltrattamenti in famiglia e lesioni personali a Ravenna: 30enne in manette

Minacce e violenze nei confronti della convivente di 38 anni. La donna è stata colpita al volto, così come la sorella accorsa per aiutarla

Carabinieri notte (generica)

Carabinieri notte (generica)

Ravenna, 4 dicembre 2023 - Maltrattamenti in famiglia, minaccia e lesioni personali nei confronti della convivente di anni 38. Stiamo parlando dei reati che sono costati l’arresto, da parte dei carabinieri della Compagnia di Ravenna, a un 30enne italiano, pregiudicato.

L’episodio risale alle prime ore di sabato scorso, quando i militari della Stazione di Godo, unitamente a personale dell’aliquota Radiomobile della Compagnia di Ravenna, sono intervenuti presso un’abitazione di Piangipane in cui era stata segnalata una lite tra conviventi.

Giunto sul posto, il personale dell’Arma si è trovato di fronte ad una donna che presentava graffi ed ecchimosi sul volto, mentre il suo convivente, in evidente stato di alterazione alcolica, che la minacciava verbalmente. Sul posto, poco prima dell’arrivo dei Carabinieri, era giunta anche la sorella della vittima, la quale, nell’intento di allontanarla dall’aggressore, era stata anch’essa colpita al volto dall’energumeno.

Le due sorelle, trasportate presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Ravenna, sono state giudicate guaribili, una in dieci e l’altra in sette giorni. Il 30enne è stato invece accompagnato presso gli uffici del Comando Compagnia. Per il 30enne, su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Ravenna, si sono aperte le porte del carcere cittadino, dove tuttora si trova in attesa dell’udienza di convalida.