Rapina la fornaia: la butta a terra e la tiene ferma con il ginocchio

Ravenna, il bandito si è poi allontanato a piedi portando via 100 euro in monete e un portafogli con 1400 euro di incasso

Il forno rapinato a Ravenna

corelli giampiero fotoreporter

Ravenna, 25 febbraio 2024 – È entrato in azione poco prima dell’alba armato di coltello. Poi, senza proferire parola, ha scaraventato la titolare a terra bloccandola con un ginocchio, ha arraffato il bottino e si è dileguato. Un colpo, quello realizzato ieri alla bottega ‘Tuttoforno’ di via di Roma, che ha fruttato al solitario malvivente più di 1.500 euro. Perché ai circa 100 euro in monete arraffati da un cassetto, si sono aggiunti gli oltre 1.400 euro contenuti in un portafogli e presumibilmente incasso di vari giorni. L’assalto si è verificato a ridosso delle 5.30. A quell’ora nel forno c’era solo la donna, una 54enne ravennate.

L’addetto alle consegne del latte se ne era appena andato: circostanza questa che fa pensare che il malvivente si fosse appostato o che addirittura avesse compiuto un sopralluogo al forno. Di sicuro non si è trattato di un’azione nata in maniera estemporanea visto che l’uomo, oltre al coltello, si era portato appresso un passamontagna con cui mascherarsi in volto.

Una volta calatosi il copricapo, è entrato dentro. Quindi, dopo avere spianato il coltello, senza dire nulla ha spinto la donna facendola cadere a terra. A quel punto per tenerla ferma, si è sistemato sopra di lei con un ginocchio e ha iniziato a cercare nel cassetto più vicino imbattendosi nei primi cento euro. La donna evidentemente dalla sua prospettiva non poteva vedere cos’altro fosse riuscito ad arraffare quel bandito. Tanto che l’ammanco del portafogli lo ha realizzato solo in seconda battuta. In ogni caso, il malvivente si è allontanato poco dopo, inizialmente a piedi. Non sappiamo se più avanti avesse lasciato un mezzo. O se ci fosse addirittura un complice ad attenderlo. Scenari, questi, che verranno vagliati dalla polizia. I primi a giungere sul posto sono stati gli agenti di una Volante allertati dalla sala operativa a sua volta avvisata dalla donna. Sono poi arrivati i colleghi della squadra Mobile. E quelli della Scientifica per cercare magari di raccogliere qualche traccia biologica dell’uomo.

Come sempre accade in questi casi, gli inquirenti hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona per cercare di estrapolare qualche fotogramma utile al fascicolo aperto contro ogni per rapina aggravata. Circa il profilo del malvivente, è possibile che si tratti di un individuo a caccia di danaro facile, anche poco, per problemi di dipendenze. Diverso il discorso sarebbe se dovesse emergere che è entrato in azione sapendo dell’esistenza di un incasso non trascurabile. In quanto alla donna, per fortuna sembra non essere rimasta ferita tanto che ha poi continuato a fare il proprio lavoro in attesa di depositare in questura formale denuncia sull’accaduto.