Giovane arrestato per furto e aggressione in birreria

Dopo aver rubato telefonino e chiavi dell'auto ha chiesto un "riscatto" per restituire il maltolto

Le indagini dei carabinieri

Le indagini dei carabinieri

Correggio (Reggio Emilia), 23 febbraio 2024 - In una birreria di Correggio ha compiuto un furto con destrezza, sfilando chiavi dell’auto e telefonino a un cliente del locale. Poi ha chiesto una specie di “riscatto” per la restituzione del maltolto. Ma di fronte al rifiuto del derubato, il ladro con due complici hanno aggredito la vittima, con calci e pugni, così come hanno fatto con altri due clienti intervenuti per difendere il derubato.

Gli aggressori sono poi fuggiti a bordo dell’auto della vittima, di cui avevano le chiavi. Immediato l’allarme ai carabinieri, che hanno avviato le ricerche, individuando il veicolo a Correggio, nei pressi di via Varsavia, all’altezza del parco della Memoria. Uno dei passeggeri è fuggito, mentre il conducente, di 26 anni e di origine straniera, nonostante la resistenza violenta contro i carabinieri, è stato fermato e portato in caserma, per essere dichiarato in arresto per concorso in furto con destrezza, tentata estorsione, rapina impropria, lesioni personali aggravate, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’autovettura, ritrovata con le chiavi di accensione inserite nel quadro e con leggeri danni, è stata restituita al legittimo proprietario. Medicati i carabinieri intervenuti, con prognosi di guarigione di 5 e 6 giorni, così come i clienti aggrediti nei pressi della birreria correggese. In corso le indagini per risalire ai due uomini riusciti a fuggire.