Muore a 13 anni dopo un malore: sembrava un mal di testa

Destiny Innocent frequentava la 1ªB alle medie Dalla Chiesa della Canalina a Reggio Emilia. Parte una raccolta fondi per aiutare la famiglia: ecco come donare

La scuola e la giovanissima vittima, Destiny Innocent
La scuola e la giovanissima vittima, Destiny Innocent

Reggio Emilia, 1 febbraio 2024 – Una tragedia improvvisa che ha gettato nel dolore l’intero plesso scolastico della Canalina. È morto nelle scorse ore Destiny Innocent, un ragazzino di 13 anni che frequentava la classe 1ª B delle scuole medie Carlo Alberto Dalla Chiesa della Canalina.

Destiny aveva accusato un mal di testa lunedì 22 gennaio mentre si trovava a scuola. Un malore lieve, ma che aveva portato i dirigenti scolastici – per estremo scrupolo – a chiamare i sanitari del 118 per aiutarlo. Le sue condizioni, però, al momento non avevano destato preoccupazione, dato che il 13enne era uscito dall’istituto con le sue gambe assieme ai sanitari. Dopo essere rimasto qualche in tempo in osservazione al Santa Maria Nuova, le condizioni del piccolo erano però peggiorate, tanto da richiedere un suo trasferimento all’ospedale di Baggiovara.

A nulla sono valsi i tentativi dei medici: il piccolo sarebbe stato sottoposto anche a un’operazione per cercare di arginare l’emorragia cerebrale. Ma nonostante l’intervento è entrato in coma; poi lunedì – a una settimana di distanza dal malore – purtroppo è morto.

Destiny – originario della Nigeria – viveva nel quartiere Canalina con mamma, papà, una sorellina e un fratellino più piccoli. Al momento del malore il papà era appena partito per un viaggio in Nigeria ed è dovuto tornare in tutta fretta quando ha appreso della tragedia.

"Abbiamo attivato un servizio di supporto psicologico della scuola e metteremo in atto momenti nostri interni – spiega la dirigente dell’istituto comprensivo Ligabue, Francesca Spadoni –. Destiny era da due anni con noi (stava ripetendo la prima media, ndr ) e non aveva mai avuto episodi del genere. Era un bambino solare, dolcissimo e bellissimo. I suoi amici sono affranti perché era molto benvoluto; molto integrato e frequentava il dopo scuola".

Da martedì è stata spontaneamente attivata dai genitori dei compagni anche una raccolta fondi, per aiutare la famiglia in questo momento di difficoltà.

"Buongiorno a tutte e tutti, ieri è stato un giorno brutto per il nostro istituto, è venuto a mancare un bimbo della 1ª B della nostra scuola secondaria, una tragedia! Ci si è attivati per raccogliere dei fondi e aiutare economicamente la famiglia tramite l’associazione ’Scuola viva’, per chi volesse partecipare può effettuare un versamento al seguente Iban: IT82D02008 12813 000100351848; conto corrente ’Associazione Scuola Viva’ causale: ’Donazione volontaria in memoria di Destiny’. L’associazione provvederà a donare alla famiglia il ricavato. Ringrazio in anticipo anche se sarà un piccolo contributo", si legge nella catena di solidarietà che si è generata sul web.