Una serra di marijuana in camera da letto

In casa gli hanno trovato oltre due etti di droga e materiale per il confezionamento: 36enne arrestato. Ieri la direttissima, è già libero

Una serra di marijuana in camera da letto, il sequestro dei carabinieri

Una serra di marijuana in camera da letto, il sequestro dei carabinieri

Reggio Emilia, 20 marzo 2024 – Scoperta una serra nella camera da letto di un 36enne di Villa Minozzo, arrestato e denunciato dai carabinieri della stazione di Villa Minozzo per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Gli approfondimenti investigativi sulle attività di controllo del territorio hanno portato i carabinieri di Villa Minozzo a individuare una consumatrice di sostanze stupefacenti, trovata in possesso di 7 grammi di marijuana e ciò ha condotto al suo presunto fornitore.

I carabinieri della stazione di Villa Minozzo, in collaborazione con un’unità cinofila della polizia provinciale reggiana, hanno eseguito svolto una perquisizione nell’abitazione del 36enne: così hanno trovato oltre due etti di droga, tra marijuana e hashish. 

Nell’armadio della camera da letto è spuntata una serra funzionante con all’interno una pianta di marijuana, oltre a materiale per il confezionamento. L’esame del suo cellulare ha consentito poi di rilevare messaggi che, seppur scritti in modo criptico, sono stati ricondotti alla presunta attività di spaccio. Per questi motivi e sussistendo la flagranza di reato, i carabinieri di Villa Minozzo, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato il 36enne reggiano, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura di Reggio Emilia, diretta dal procuratore Calogero Gaetano Paci.

Il fatto risale all’altra notte quando una pattuglia di carabinieri di Villa Minozzo ha sorpreso una donna con 7 grammi di marijuana. Gli sviluppi investigativi e di controllo hanno portato a individuare il presunto fornitore. Nella casa dell’uomo, carabinieri e polizia provinciale hanno poi trovato una pianta di marijuana in fase di crescita risultata alta 75 centimetri, un involucro con 5 grammi di hashish, alcune dosi di marijuana e un bilancino di precisione.

Sotto al letto hanno trovato un setaccio con 58 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana tritata, un vaso da notte contenente 90 grammi di sfalcio di foglie e rami di canapa indica.

Oltre alla droga, l’uomo ha consegnato varie buste in cellophane con chiusura ermetica, contenute in uno scatolone di cartone, risultate essere dello stesso tipo di quella utilizzata per il confezionamento dello stupefacente che è stata trovata alla donna fermata la notte precedente. I militari hanno provveduto al sequestro degli stupefacenti e relativi materiali.

Il giovane, Lorenzo Felici, 36 anni, di Villa Minozzo, è comparso ieri mattina davanti al giudice Sarah Iusto per la direttissima. Per lui, assistito dall’avvocato Roberto Giovanelli, il pm ha chiesto l’obbligo di firma quotidiano. Il giudice ha convalidato l’arresto e non ha disposto misure cautelari: il 36enne è libero. È stato chiesto un termine a difesa e il processo con direttissima è stato rinviato ad aprile.