Al via il Sigep 2024 di Rimini: tutte le novità sulla fiera più dolce dell'anno

Tagliato il nastro della 45esima edizione del salone internazionale di gelateria, pasticceria, panificazione e caffè. Quest’anno grande attenzione a frutta e prodotti ricchi di proteine

A Rimini l'edizione 2024 del Sigep: tutte le novità (foto: Sigep 2024)

A Rimini l'edizione 2024 del Sigep: tutte le novità (foto: Sigep 2024)

Rimini, 20 gennaio 2024 – Con il taglio del nastro di questa mattina, alla presenza del vicepresidente del Senato Gian Marco Centinaio, del presidente della Regione Stefano Bonaccini, del sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad e del presidente di Italian Exhibition Group Maurizio Ermeti, ha avuto finalmente inizio, al quartiere fieristico di Rimini, la 45esima edizione di Sigep, il salone internazionale della gelateria, pasticceria, panificazione e caffè, a cura di Italian exhibition group (Ieg).

È atteso invece nella giornata di domani, domenica 21, il ministro dell’agricoltura e della sovranità alimentare, Francesco Lollobrigida. A margine dell’inaugurazione è stato ricordato il presidente di Ieg Lorenzo Cagnoni, scomparso a settembre: a lui, che tanto si è impegnato per il consolidamento delle manifestazioni fieristiche di Ieg, è stata intitolata la cupola della Hall Sud.

Un evento ricco di novità

Durante i cinque giorni di Sigep, i 28 padiglioni della fiera di Rimini raccolgono le principali proposte del mondo del foodservice dolce, tra innovazioni di prodotto, nuovi trend di consumo, show-cooking e occasioni di intrattenimento con i più autorevoli maestri del dolce artigianale. Tra le tendenze da tenere d’occhio, sia in pasticceria, sia in gelateria, il ritorno della frutta come ingrediente principale, per assecondare le esigenze salutistiche e l’attenzione al benessere. In questa direzione va anche la crescita costante del gelato senza zucchero e dei prodotti ricchi di proteine, le cui performance di vendita hanno resistito, nel 2023, anche al calo generalizzato dei consumi dovuto all’inflazione (dati Osservatorio Immagino Gs1 Italy). Aumentano, inoltre, le proposte di gelato in versione salata.

Grandi sorprese arrivano anche dal mondo cioccolato, con la nascita delle cuvée composte da diverse origini di cioccolati. Da snack e ingredienti per comporre taglieri da aperitivo per i vegani ai nuovi gusti del burro, aromatizzato con salmone o curry, c’è grande attesa, nei padiglioni, per gli interessanti focus dedicati all’evoluzione dei consumi e alle innovazioni di prodotto più curiose e originali. Le novità riguardano anche il settore del packaging e degli imballaggi, passando per le più moderne tecnologie di macchinari e per l’attenzione alla sostenibilità ambientale, a partire proprio da alcuni stand presenti a Sigep: riciclabili, progettati per durare diversi anni e in grado di tagliare del 50% la produzione di rifiuti.

Tutte le novità sul caffè

Tra le novità che interesseranno il padiglione del caffè merita una menzione il ritorno del campionato di Ibrik, ovvero il caffè alla turca, che non si era svolto lo scorso anno. Si riconfermano invece il campionato italiano Baristi Caffetteria, il campionato Latte Art, la Brewers Cup, il campionato Coffee in Good spirits, il campionato Cup Tasters e quello Coffee Roasting. Tutte queste competizioni, in programma durante i giorni della fiera, permetteranno ai finalisti di accedere al circuito internazionale dei World coffee events e rappresentare così l’Italia nel mondo. Ampio spazio sarà dato proprio alla disciplina del roasting, che quest’anno avrà un’area dedicata, in modo da coinvolgere ancora di più gli spettatori.

L’ascesa del dolce artigianale (panettone in primis)

Nonostante l’aumento dei costi delle materie prime, i consumi di dolce fuori casa sono nettamente in crescita. Per quanto riguarda il gelato, nel 2023 in Italia il fatturato è cresciuto dell’11% rispetto al 2022, sfiorando i 3 miliardi di euro tra gelaterie, pasticcerie e bar con gelato e un aumento degli acquisti di prodotto artigianale.

Bene anche il settore di macchinari e arredamento per gelateria, che ha visto nel 2023 un giro d’affari di circa 650 milioni di euro, di cui 350 milioni di euro relativi alle vendite alle gelaterie artigianali. Ottimo andamento anche per i dolci delle festività: nel 2023 il panettone artigianale ha superato in valore quello industriale. La domanda del prodotto artigianale, in un mercato da 30mila tonnellate e 270 milioni di euro, rappresenta il 58% del valore del comparto.

Il caffè mantiene inalterato il primato di bevanda più amata in Italia, Paese in cui si consumano ogni giorno oltre 95 milioni di tazzine. Il settore del pane si mostra stabile, con un consumo medio annuo pro-capite di 41 kg, mentre cresce l'attenzione verso i prodotti realizzati con farine biologiche. La pasticceria è in crescita, con 11,4 miliardi di prodotti serviti e un aumento dei consumi fuori casa pari a +12% nel 2023.