Bruna Cavalli, chi è la ragazza morta nell’incidente sulla Statale 16

La 31enne è deceduta sul colpo, fuori pericolo l’altra giovane rimasta ferita. Indagini in corso sull’incidente: sull’asfalto non ci sono segni di frenata

L'incidente sulla Statale 16 e la vittima Bruna Cavalli

L'incidente sulla Statale 16 e la vittima Bruna Cavalli

Rimini, 4 dicembre 2023 – Una ragazza "piena di vita, gentile e disponibile con tutti". Così amici ed ex colleghi descrivono Bruna Cavalli, la ragazza di 31 anni morta nell’incidente avvenuto l’altra sera a Rimini sulla Statale 16, in direzione Riccione.

Bruna si trovava sul ciglio della strada insieme a un’amica, di 10 anni più giovane, quando una Volkswagen Tiguan guidata un sessantenne bellariese ha investito le ragazze. Per Bruna non c’è stato nulla da fare: è morta sul colpo. L’amica, portata all’ospedale ’Bufalini’ di Cesena, ha riportato diversi traumi ma le sue condizioni per fortuna non sono così gravi come erano apparse inizialmente: guarirà in una trentina di giorni.

La 21enne, che è di nazionalità indiana, nelle prossime ore sarà risentita dagli agenti della polizia stradale, intervenuti sul posto sabato sera insieme ai sanitari del 118. La sua testimonianza sarà fondamentale per ricostruire la dinamica e per chiarire alcuni aspetti.

Sull’asfalto non c’è segno di frenata: la Tiguan le ha travolte in pieno con la parte anteriore destra. L’uomo che le ha investite stava andando all’ospedale: agli agenti ha spiegato che era troppo buio e non aveva proprio viste le ragazze, che camminavano sul ciglio della strada. Forse (per ora è un’ipotesi) Bruna e l’amica si stavano recando a piedi in un locale che si trova vicino a dove è avvenuto poi l’incidente, di fronte a Mondo convenienza.

È distrutta la famiglia di Bruna. Nata in Albania, era stata adottata da piccola da un coppia che abita in un comune vicino Rimini. Bruna viveva da molto tempo a Rimini. Ha lavorato per anni come cameriera all’osteria La chiacchera. "Una bravissima ragazza – racconta il titolare Alessandro Baroni – Abbiamo saputo ieri mattina della tragedia, ancora facciamo fatica a credere che non rivedremo più Bruna". La Procura non ha ancora dato il via libera ai funerali, ma dovrebbe essere questione di ore per il nullaosta alle esequie.