Musica e sport per tutti in memoria di Enrico: "Trasmettiamo le sue passioni ai bambini"

Il comitato, nato dopo la scomparsa del 22enne, promuove corsi e attività extrascolastiche sostenendo le famiglie in difficoltà economica

Musica e sport per tutti in memoria di Enrico: "Trasmettiamo le sue passioni ai bambini"

Musica e sport per tutti in memoria di Enrico: "Trasmettiamo le sue passioni ai bambini"

Non è da tutti trasformare una tragedia in un’opportunità per tante persone. È con questo nobile intento che, da quasi tre anni a questa parte, a Carpi il comitato Musica e Sport – in memoria di Enrico Lovascio offre a tanti bambini della città la possibilità di coltivare le proprie passioni. Enrico Lovascio, scomparso il 6 gennaio 2021 a ventidue anni a causa di una leucemia, era molto conosciuto nella città dei Pio per il suo impegno nell’Agesci dove era capo scout, oltre che per la passione per la musica e la pallacanestro che lo hanno segnato per tutta la vita. Fin da bambino, infatti, Lovascio studiò pianoforte. In seguito, frequentando la sezione musicale della scuola secondaria di primo grado Alberto Pio, si appassionò anche al saxofono. Per quanto riguarda la pallacanestro, per anni ha vestito i colori della polisportiva Nazareno, dove ha partecipato, in qualità di educatore, a diversi centri estivi. "L’intento del comitato – spiega Luca Ferrari, referente di Musica e Sport – è che il percorso che ha appassionato Enrico e che tanto lo ha fatto maturare dal punto di vista umano sia permesso anche a tutti quei bambini che non hanno la possibilità economica di iscriversi ad attività extra-scolastiche pomeridiane". Musica e Sport – in memoria di Enrico Lovascio propone ogni anno un bando destinato a tutte le classi quarte delle scuole primarie di Carpi, al termine del quale, in base alle attitudini, vengono selezionati otto bambini: quattro saranno sostenuti per due anni nell’apprendimento di uno strumento, seguiti dai maestri dell’associazione Flauto Magico; gli altri quattro verranno iscritti per tre anni alla polisportiva Nazareno, dove potranno dedicarsi allo sport che preferiscono scegliendo tra pallacanestro, ginnastica artistica e cheerleading. "Per selezionare i candidati – prosegue Ferrari – scegliamo in base a due criteri. Il primo è oggettivo: si tratta dell’Isee della famiglia che al massimo può arrivare a 18.000 euro; il secondo è soggettivo e dipende dall’esito del colloquio attitudinale che svolgiamo con gli alunni e le loro famiglie per approfondire la situazione di ogni bambino e la motivazione che lo porta a iscriversi". Per quanto riguarda la musica, i corsi più gettonati sono pianoforte e chitarra, strumenti polifonici adatti a un primo approccio con la disciplina in vista di potersi iscrivere, una volta giunti in prima media, alla sezione musicale dell’istituto Alberto Pio.

"Musica e sport – racconta Davide Lovascio, fratello di Enrico, molto attivo nel comitato – hanno trasmesso serenità e passione a mio fratello fino agli ultimi giorni di vita: la possibilità di intraprendere un percorso simile a quello di Enrico può essere un’opportunità importante per tanti bambini". Oltre a costituire uno sprone per approfondire le proprie passioni, i fondi predisposti dal comitato forniscono a tanti alunni preziose occasioni di socializzazione.

"Abbiamo notato – le parole di Lovascio – che tanti bambini che frequentano i corsi grazie al nostro contributo sono alla prima esperienza per quanto riguarda le attività extra-scolastiche pomeridiane. Un vero peccato, se si pensa all’importanza di coltivare hobby e passioni sotto l’aspetto della crescita personale e delle amicizie". "Siamo soltanto all’inizio – conclude Lovascio – ma abbiamo riscontrato feedback estremamente positivi sia da parte degli insegnanti, sia degli allenatori degli alunni che abbiamo inserito nei percorsi di apprendimento: questo aspetto ci rende molto orgogliosi perché siamo al secondo anno di attività e ci fa capire che le nostre risorse vengono utilizzate in modo proficuo". Tra le iniziative promosse dal comitato negli ultimi mesi si registra la partecipazione a diversi eventi musicali in collaborazione con le scuole medie Alberto Pio e il Comune di Carpi. A inizio dicembre, inoltre, si è tenuto un evento jazz nella Sala delle Vedute del castello di Carpi; ancora, grazie alla generosità di musicisti e volontari, è stato prodotto un cd il cui ricavato sarà destinato all’autofinanziamento del comitato.

Chi voglia contribuire alle iniziative di Musica e Sport – in memoria di Enrico Lovascio, può farlo attraverso una donazione libera all’Iban IT68D0538723300000003306956