Colazione a sbafo con la prepagata rubata: mano pesante del questore

I due giovani già denunciati, un 22enne e un 25enne non potranno più mettere piede in città. Uno dei due aveva già foglio di via che ha violato: si valuta l'aggravamento della misura

Colazione 'a sbafo' con la prepagata

Colazione 'a sbafo' con la prepagata

Fabriano (Ancona), 3 aprile 2024 – Bivacco con la prepagata rubata dopo una serata ‘brava’: mano pesante del questore Cesare Capocasa nei confronti di un 22enne e un 25enne. I fatti risalgono ad un weekend di metà marzo quando un giovane fabrianese aveva deciso di passare la serata in un locale notturno della città.

A tarda notte, rientrato a casa, si accorgeva di non avere più con sé il portafogli. Invano aveva ripercorso la strada sino al vicino locale che nel frattempo aveva chiuso: convinto di poterlo ritrovare al suo interno l’indomani, si è messo a dormire. Al suo risveglio, però la app della sua carta prepagata, operativa sul proprio smartphone, notificava che, qualche ora prima, erano stati effettuati cinque pagamenti (tutti di importi di importi di poco inferiori ai 50 euro, limite fissato per l’utilizzo senza pin) presso un bar cittadino aperto già dalle primissime ore del giorno.

Al giovane non restava altro che bloccare la carta (sulla quale erano rimasti solo pochi euro) e recarsi al commissariato di polizia di Fabriano per la presentazione della denuncia. La carta di credito del giovane era contenuta all’interno del portafogli che lo stesso non trovava più in tasca al momento del rientro in casa: era quindi chiaro che non era stato smarrito ma che gli era stato rubato nel corso della serata nel locale.

I poliziotti si sono attivati immediatamente recuperando le immagini del circuito interno ed esterno di sorveglianza del bar: da queste emergeva che due giovani avevano acquistato stecche di sigarette e bottiglie di liquore utilizzando la carta prepagata, dapprima con circospezione, poi, vedendo le transazioni andate sempre a buon fine, con spavalda sicurezza. I due sono stati riconosciuti dai poliziotti fabrianesi per soggetti che spesso frequentano i locali cittadini, entrambi residenti in un Comune confinante, di altra provincia e non nuovi a trascorsi giudiziari per reati contro il patrimonio. Nei loro confronti è scattata la denuncia per ricettazione e indebito utilizzo di carta di credito.

Per uno, italiano 22enne, già raggiunto in passato dalla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio da Fabriano, si aggiungeva la denuncia per la violazione del dispositivo, sanzionata con l’arresto da uno a sei mesi. Nei suoi confronti, la divisione anticrimine della questura di Ancona, valuterà l’aggravamento della misura. Il secondo, 25enne di origine extracomunitaria, è stato raggiunto, nelle ultime ore, da un foglio di via obbligatorio da Fabriano, a firma del Questore Cesare Capocasa. Non potrà entrare nel territorio del Comune per quattro anni senza autorizzazione del commissariato di pubblica sicurezza di Fabriano, rilasciata in presenza di certificati motivi (salute, lavoro). La sua posizione sarà, infine, soggetta a valutazione per quanto concerne la titolarità del permesso di soggiorno sul territorio nazionale.