Malesseri al centro commerciale: due in ospedale

Loreto, paura tra clienti e dipendenti. L’ipotesi è che dello spray al peperoncino sia finito nei condotti dell’aerazione. Indagano i carabinieri

Malesseri al centro commerciale: due in ospedale
Malesseri al centro commerciale: due in ospedale

Loreto (Ancona), 29 novembre 2023 – Un malessere sospetto, pizzicore alla gola e tanta paura. Si sono recate al pronto soccorso dell’ospedale vicino due dipendenti del centro commerciale situato al confine tra Loreto e Porto Recanati che l’altro ieri pomeriggio hanno accusato quei sintomi senza conoscerne il motivo. Sul posto sono arrivate le ambulanze e i carabinieri per verificare cosa potesse essere accaduto.

Approfondisci:

Malori al centro commerciale, spray urticante nell’aria: cosa è successo

Malori al centro commerciale, spray urticante nell’aria: cosa è successo

Anche altri dipendenti di quel centro infatti avrebbero accusato la stessa tipologia di malessere. Pare ci sia stato un utilizzo incauto da parte di ignoto di spray al peperoncino all’interno della struttura. La sostanza si sarebbe propagata in tutti e tre i negozi attraverso l’impianto di aerazione comunicante. La paura all’inizio è stata tantissima. Oltre ai dipendenti in servizio pure alcuni clienti, confrontandosi sui social, avrebbero avuto gli stessi sintomi di cui hanno percepito l’esistenza reale solo una volta saliti in macchina. Tornati a casa alcuni hanno scritto su Facebook per cercare un riscontro e purtroppo l’hanno avuto.

"Una volta entrata in uno dei negozi ho cominciato a tossire e lacrimare – racconta una cliente -. Non ci ho fatto caso più di tanto e sono uscita pensando di aver avuto un attacco allergico. In realtà è successo anche a diverse persone nei negozi di fianco. Ho deciso di tornare indietro e dopo poco davanti al negozio da cui ero uscita ho trovato carabinieri e ambulanza chiamati da altri che si erano sentiti più o meno come me. Mi sono fatta visitare all’interno dell’ambulanza, saturazione e pressione erano buoni. Ora mi sento solo come se avessi il raffreddore".

I carabinieri di Osimo stanno portando avanti le indagini ma l’ipotesi dell’utilizzo incauto dello spray a oggi sembra quella più accreditata. Dovrebbero comunque essere acquisiti i filmati della sorveglianza privata del centro per ricostruire con esattezza quanto accaduto. Sul posto poi sono arrivati anche i vigili del fuoco per verificare lo stato dell’aria, risultata atossica. Lo spray al peperoncino infatti non è una sostanza tossica e non lascia danni permanenti ma è un comunque forte irritante delle mucose di occhi, naso, gola e polmoni. Da chiarire, nell’eventualità si fosse trattato davvero di questo, per quale motivo fosse stato testato in loco.