Mosciolo di Portonovo: pesca vietata fino al 15 giugno

Le mareggiate e l’innalzamento della temperatura dell’acqua minacciano il mitile tipico della baia. L’avvio della stagione estiva sarà dunque senza il piatto tipico

Ancona, 3 aprile 2024 – Fino al 15 giugno, data stabilita dalla Regione Marche per l’inizio della pesca del mitilo, che negli anni trascorsi iniziava il 15 maggio, il mosciolo non si potrà mangiare.

Mosciolo selvatico di Portonovo: non si potrà mangiare fino al 15 giugno
Mosciolo selvatico di Portonovo: non si potrà mangiare fino al 15 giugno

“Attendiamo l’ordinanza della Capitaneria di Porto - sottolinea Mario Giacchetti della Cooperativa Pescatori di Portonovo - che consegue la decisione regionale". Decisione comunicata giorni fa alla Direzione marittima di Ancona e all’Alleanza delle Cooperative a seguito della richiesta, formulata da quest’ultima, di posticipare l’avvio della pesca dal 15 maggio al 15 giugno.

I motivi sono connessi con la necessità di maggior tutela e migliore gestione dei moscioli. "Con le associazioni e i pescatori che pescano sui banchi naturali dopo quanto accaduto la scorsa stagione 2023, la pesca fu chiusa in anticipo per mancanza di mitili, per le forti mareggiate di quest’inverno che hanno strappato molti mitili e per i cambiamenti climatici in atto, innalzamento della temperatura e scarsità di pioggia che hanno indebolito fortemente il mosciolo e la cozza allevata nei banchi naturali, si è deciso di chiedere il posticipo".

Roberto Rubegni, Fiduciario della Condotta Slow Food di Ancona e Conero lo ritiene "un provvedimento giusto che tiene conto della tutela del mosciolo selvatico e dell’attività dei pescatori, un piccolo sacrificio oggi può salvaguardare la pesca in futuro".

Certamente l’inizio della stagione balneare senza i moscioli costituirà un problema per i ristoratori della Baia, ma l’accordo sulla sua salvaguardia è unanime.

Cos’è il mosciolo?

Non chiamatelo cozza, per carità: altrimenti farete infuriare i pescatori e i frequentatori abituali della baia di Portonovo. Il mosciolo è selvatico, ossia cresce spontaneamente e non viene coltivato: e proprio questo fa sì che la sua crescita dipenda da molti, delilcati fattori. In compenso, ha un sapore più deciso delle cozze e vanta il presidio slow food.