Fortitudo Bologna, un altro brutto scivolone in trasferta contro Forlì

L'Unieuro batte 88-66 una Effe irriconoscibile. Infortunato Fantinelli. Non bastano i 21 punti di Cucci

Fortitudo Bologna, un altro brutto scivolone in trasferta contro Forlì

UNIEURO Pallacanestro 2.015 FORLI' vs Fortitudo Bologna #21 Fantinelli Matteo UNIEURO Arena - PalaGalassi Forlì

Forlì, 18 dicembre 2022 – Una pessima Fortitudo cade pesantemente a Forlì, sconfitta nel derby in casa dell’Unieuro che chiude il girone di andata. Brutta prestazione collettiva per la formazione di Luca Damonte che tiene la testa per i primi 3’ di gioco e poi si scioglie. Male al tiro, male in difesa, con poco mordente messo in campo, c’è poco da salvare della sfida con Forlì se si eccettua quell’inizio in cui la Effe era volata avanti 3-12, la prestazione di Fantinelli costretto ad uscire troppo presto dal match causa le sue condizioni fisiche (fastidio alla caviglia, da valutare) e la voglia di lottare di Cucci, per il resto meglio stendere un velo pietoso sulla prestazione dei biancoblù, che costa al sesta sconfitta esterna, su 7 sfide giocate, alla Fortitudo.

Bella cornice di pubblico All’Unieuro Arena, con tanti tifosi forlivesi presenti, ma ottima cornice anche di quelli della Fortitudo, presenti in circa 500 al confronto. Partenza sprint per la Fortitudo. Dalmonte si affida a Fantinelli, Thornton, Aradori, Davis e Cucci e la Effe grazie ai suoi piccoli mette subito la freccia portandosi avanti 3-12, con Forlì a segno nei primi 6’30” solo con una tabellata di Sandford.

La partita è di una intensità incredibile. Il timeout chiesto da Martino per Forlì ribalta la sfida. Con un parziale di 14-2 i romagnoli ribaltano completamente l’inerzia, con Pollone e Sandford che rispondono al buon inizio di Fantinelli e compagni. Forlì tiene la testa del match, anche perché la Fortitudo cicca completamente dalla distanza con un pessimo o su 7 da tre. Al primo stop Forlì è avanti 22-18.

La sfida è in mano all’Unieuro, che controlla contro una Fortitudo abulica. La differenza a livello statistiche la fa il tiro dalla lunga distanza 6 su 10 per Forlì, 0 su 10 per la Effe, con il parziale dei padroni di casa che tocca il 35-24 al 15’. Il tempo chiesto da Dalmonte non basta, così come non bastano i “tiri ignoranti” di Italiano (unica tripla su 13 tentativi nel primo tempo) e Davis. La Fortitudo sprofonda a -16 e poi chiude a -15, 40-35 dominata da Forlì all’intervallo. Nella ripresa i romagnoli non segnano per oltre 4’, ma la Effe in attacco fa ancora peggio, con l’ex Cinciarini che la ricaccia a -16, sul 55-39 al 25’.

La serata no della formazione di Dalmonte viene confermata anche dalle scarse percentuali ai tiri liberi di uno come Cucci che a meta terza frazione fa 0 su 3 consecutivo. Al 30’ i biancoblù sono addirittura a -19, senza un minino di reazione, con Fantinelli che rimane a guarda quel poco, pochissimo, che i suoi compagni fanno in campo. L’ultimo quarto è ancor più punitivo per una Fortitudo mai entrata in campo, salvo i primi 3’ dell’incontro. Il tabellino FORLI’ 88 FORTITUDO BOLOGNA 66 UNIEURO FORLI’: Valentini 20, Sanford 11, Pollone 9, Adrian 9, Gazzotti; Benvenuti 9, Penna 5, Cinciarini 15, Radonjic 10; Ndour ne, Munari ne, Flan ne. All. Martino. KIGILI BOLOGNA: Fantinelli 8, Thornton 11, Aradori 9, Davis 5, Cucci 21; Italiano 8, Panni, Barbante 4, Biordi ne, Paci ne, Bonfiglioli ne. All. Dalmonte. ARBITRI: Wassermann, Pazzaglia, Attard. Note: parziali 22-18, 50-35, 66-47. Tiri da due: Forlì 23/40; Fortitudo 19/30. Tiri da tre: 11/23; 5/26. Tiri liberi: 9/13; 13/19. Rimbalzi: 35; 30.