BENEDETTA CUCCI
Cosa Fare

Riapre il Museo dei videogame. Software rari e sale interattive: il fascino dell’elettronica vintage

Sei mesi fa l’amara chiusura, ma due associazioni hanno messo in piedi una raccolta fondi di successo. Leandro Macrini (Bologna Nerd): "Un viaggio attraverso l’evoluzione del divertimento"

Riapre il Museo dei videogame. Software rari e sale interattive: il fascino dell’elettronica vintage

Riapre il Museo dei videogame. Software rari e sale interattive: il fascino dell’elettronica vintage

Bologna, 14 aprile 2024 – Avevamo lasciato le tre associazioni del Bologna Nerd Park di via Vittoria 28/g che chiuse sei mesi fa, alle prese con un crowdfunding e un’asta giudiziaria. Due di loro le ritroviamo, da oggi alle 15, di nuovo in quella sede, per l’inaugurazione del rinnovato Videogame Museum. Leandro Macrini, grande collezionista del settore e presidente di Bologna Nerd, aveva cercato, coi due soci Nicolò Mulas Marcello di Insert Coin (ora uscito dal gruppo) e Federico Croci di Tilt, di mantenere a tutti i costi lo spazio di 600 metri situato nel garage seminterrato di via Vittoria, a due passi dal Mast. Ora, i due soci rimasti hanno vinto l’asta, raccogliendo quei 130.000 euro che erano stati richiesti per aggiudicarselo. "Ciò che rende unica questa riapertura – racconta Macrini – è il lavoro svolto per rendere l’esperienza più coinvolgente che mai. Il team ha deciso di investire in un restauro completo e ha progettato un percorso espositivo più interattivo e coinvolgente, che promette di sorprendere i visitatori".

Attraverso 15 postazioni giocabili, con console che ripercorrono la storia dei videogiochi, riproduzioni di ambienti dell’epoca e pezzi unici in esposizione (soprattutto americani e giapponesi), i visitatori saranno guidati in un viaggio avvincente attraverso i decenni di evoluzione di questo mondo (anni Settanta, Ottanta, Novanta), scoprendo come abbiano plasmato il nostro mondo moderno e diventando parte integrante della nostra vita quotidiana. Ma quello che colpisce di questa azione, che a fine anno vedrà anche la riapertura dell’ala dedicata ai flipper di Federico Croci, con 200 metri in più, è il sostegno dal basso. Il Videogame Museum sarà aperto il mercoledì e il venerdì dalle 21 e la domenica dalle 16 alle 20.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro