Tartufesta 2023, da Sasso Marconi e Savigno: dove e quando andare

Si parte domenica 8 con Monzuno. Ma l’anteprima (a ingresso gratuito) è in piazza Nettuno a Bologna. Il programma completo

Tartufesta 2023: tanti appuntamenti con il gusto

Tartufesta 2023: tanti appuntamenti con il gusto

Bologna, 28 settembre 2023 – Tartufesta è la rassegna che ormai da oltre trent’anni celebra il pregiato tartufo bianco dei colli bolognesi e gli altri prodotti locali del bosco, grandi protagonisti della kermesse promossa e coordinata da Territorio Turistico Bologna-Modena, in condivisione con alcuni comuni dell’appennino bolognese.

Nei mesi di ottobre e novembre saranno numerosi gli appuntamenti per degustare e omaggiare il prodotto di stagione per eccellenza del nostro territorio. L’evento partirà l’8 ottobre a Monzuno, passerà poi per Pianoro, Lizzano, Sasso Marconi, Monghidoro e tanti altri comuni, per poi concludersi il 18 e 19 novembre a Savigno di Valsamoggia.

Leggi anche: Tre giorni al profumo di mortadella con degustazioni, musica e trekking

Sempre all’interno dell'evento, nei quattro fine settimana dal 28 ottobre al 19 novembre, con l’apertura straordinaria del 1° novembre, ci sarà ‘Tartófla’, il festival internazionale del tartufo bianco di Savigno di Valsamoggia, che in questa edizione celebra i suoi 40 anni. Questo anniversario è dedicato alla ‘terra viva’ che serve a far nascere il prodotto: "Un’edizione – spiega Federica Govoni, assessora alla valorizzazione del territorio di Valsamoggia - che grazie a un’organizzazione solida e alla capacità di stringere collaborazioni, riesce costantemente a introdurre elementi di innovazione, sempre nel rispetto della tradizione del nostro territorio. È questo il motivo per cui i visitatori hanno continuato a crescere di anno in anno, anche nell’edizione organizzata nell’anno della pandemia. Il nostro è un evento che richiama un pubblico trasversale. Quest’anno, inoltre, noi lavoreremo con le scuole superiori (gli istituti di agraria) e con 10 classi delle elementari per spiegare ai giovani i grandi aspetti dell’ecosistema del tartufo".

Il programma

Sabato 30 settembre dalle 12 alle 17 va in scena ad eXtraBo - in piazza Nettuno – la 'Degustazione Tartufesta', a ingresso libero. In questa sede verranno raccontate tutte le feste del territorio con anche dimostrazione della cerca del tartufo a cura dell’associazione "Il Tartufo aps" di Bologna. Seguirà musica popolare, degustazione di tartufo e altri prodotti tipici del bosco. Ad animare l’anteprima della rassegna autunnale, ci saranno i rappresentati dei comuni di Monghidoro, Savigno di Valsamoggia, Sasso Marconi e Monzuno, oltre a Barbara Panzacchi, consigliera metropolitana delegata al Turismo, sindaca di Monghidoro e coordinatrice di questa edizione: "Questa rassegna – dichiara Panzacchi - premia il territorio ed è di forte richiamo per i visitatori. L’impegno condiviso dai comuni, dalle associazioni, dalle proloco e dai ristoranti è ben presente nell’adesione alla ‘Carta della Qualità’ e al ‘Decalogo Tartufesta’, con l’obiettivo di conferire all’evento un’alta qualità della proposta e promuove un lavoro di sinergia tra le diverse realtà che collaborano a questa rassegna al fine di valorizzare il tartufo bianco". Dello stesso avviso è Marilena Lenzi, assessora al turismo di Sasso Marconi, aggiungendo che "le 'Tartufeste' sono momento sì tradizionale ma anche di alta cultura del tartufo.

"A Sasso Marconi, il 28-29 ottobre e il 1,4 e 5 novembre, sarà approfondita anche la simbiosi nella ricerca del tartufo tra la parte cinofila e gli umani. Il turismo – aggiunge Lenzi - si fa per grandi aree e il fatto di avere un coordinamento di ‘Tartufesta’, che offre al turista molte date e luoghi, è una carta vincente per poter attirare turisti non solo bolognesi ma da tutta Italia e dall’estero". Il focus si è poi spostato sui giovani come riportato da Stefano Battistini, assessore promozione del territorio ed eventi di Monzuno, il quale sostiene che sia "giusto coinvolgere i ragazzi attraverso attività a loro dedicate per fargli conoscere il nostro prodotto a tutto tondo".

Il calendario

Il calendario di 'Tartufesta 2023' Monzuno: 8 e 15 ottobre Pianoro: 14 e 15 ottobre Castiglione dei Pepoli: 15 ottobre Lizzano in Belvedere: 21 e 22 ottobre San Benedetto Val di Sambro: 22 ottobre Savigno di Valsamoggia- Tartofla, festival internazionale del tartufo bianco: 28-29 ottobre e 1,4-5,11-12,18-19 novembre Sasso Marconi: 28-29 ottobre e 1,4-5 novembre Grizzana Morandi Campolo: 29 ottobre Loiano: 29 ottobre Grizzana Morandi: 1° novembre Monghidoro: 1° novembre Camugnano: 6 novembre Castel di Casio: 12 novembre.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro