Bimbo di un anno lasciato solo in auto a Bologna, intervengono i carabinieri

L’auto, motore acceso e aria condizionata in funzione, era parcheggiata fuori dall’outlet di Castel Guelfo. I genitori hanno detto di aver lasciato il bimbo in auto perché addormentato

Il bimbo di 1 anno era stato lasciato in auto con l'aria condizionata accesa

Il bimbo di 1 anno era stato lasciato in auto con l'aria condizionata accesa

Castel Guelfo (Bologna), 1 agosto 2023 – Un anno, solo, chiuso in auto sul suo seggiolino. Quando un passante lo ha visto, ha subito chiamato i carabinieri

Approfondisci:

Stupro a Bologna, il racconto choc: "Violentata da un clochard"

Stupro a Bologna, il racconto choc: "Violentata da un clochard"

Domenica la telefonata alla centrale dell’Arma: il cittadino diceva di aver notato un bambino all’interno di un’automobile parcheggiata davanti a un negozio del centro “The Style Outlets di Castel Guelfo”.

Approfondisci:

Morta dopo un incidente in bici a Bologna. L’amica: "Quella strada è pericolosa"

Morta dopo un incidente in bici a Bologna. L’amica: "Quella strada è pericolosa"

I militari dell’Arma, si sono diretti velocemente sul posto e quando sono arrivati, hanno visto che il bambino era all’interno dell’abitacolo del veicolo, che era aperto, motore acceso ed aria condizionata in funzione.

Approfondisci:

Alluvione, il generale Figliuolo oggi a Bologna e Imola: “Ricostruzione, fondi in arrivo a settembre”. Diretta

Alluvione, il generale Figliuolo oggi a Bologna e Imola: “Ricostruzione, fondi in arrivo a settembre”. Diretta

Poco dopo sono arrivati i genitori del piccolo i quali, vedendo il bambino in braccio a un Carabiniere, si sono giustificati dicendo di essersi allontanati per pochi minuti con gli altri tre figli e di aver lasciato il bimbo nell’auto perché stava dormendo.

I due genitori, identificati dai Carabinieri, sono una coppia di stranieri residenti a Bologna e saranno segnalati alla Procura ipotizzando la violazione dell’articolo 591 del codice penale, ovvero, “abbandono di persone minori o incapaci”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro