Sogno rossoblù, i maxischermi in Fiera: "Lo sport è una calamita"

Anche l’Expo aderisce, durante le manifestazioni, all’iniziativa di Ascom. Bruzzone: "Un momento bellissimo per la città e vogliamo essere vicini"

Sogno rossoblù, maxi schermo in Fiera

Sogno rossoblù, maxi schermo in Fiera

Bologna, 21 marzo 2024 – "Lo sport è un grande biglietto da visita. Ho portato già diverse volte clienti al Dall’Ara, importanti espositori amanti del calcio e magari tifosi della squadra ospite in quel turno. Avere il Bologna in Europa, speriamo in Champions, rende ancora più pregiata la nostra ospitalità". Antonio Bruzzone, direttore generale di BolognaFiere, annuncia così l’adesione dell’ente all’iniziativa ‘Vetrine rossoblù’ di Ascom, partita lunedì scorso. Un modo per esprimere vicinanza al team di Joey Saputo, in piena corsa per un posto al sole nel calcio europeo che conta.

Direttore Bruzzone, come mai avete deciso di dire sì all’iniziativa di Ascom?

"BolognaFiere è stata vicino al club con piccole sponsorizzazioni negli anni passati, diciamo che la nostra partecipazione è stata spontanea e immediata: tutti in città fanno il tifo per i rossoblù e si augurano di vederlo in Champions. È un momento bellissimo per la città e per la squadra, abbiamo sentito subito la necessità di esprimere vicinanza".

Voi siete una società tra le più inserite nel contesto internazionale: quali vantaggi può dare alla città la ribalta sportiva europea?

"In questi anni, lo sport è diventato una ‘calamita’ interessante: penso alla coppa Davis, e al prossimo passaggio del Tour De France, ma anche ai successi in Eurolega della Virtus pallacanestro. È aumentata la centralità di Bologna nel panorama sportivo, non solo nazionale. Nel calcio, lo sforzo profuso in questi anni dalla società di Saputo è stato finalmente premiato da una stagione ad altissimo livello. Arrivare in Champions sarebbe il degno coronamento di tutto questo lavoro".

Come si concretizzerà la vostra adesione alle vetrine rossoblù dell’Ascom?

"I maxischermi che accendiamo in occasione delle manifestazioni fieristiche, anche in questi giorni, veicoleranno a tutti i visitatori l’immagine del Bologna Calcio. Non potendo intervenire sui singoli stand, ovviamente, ci è sembrato un buon modo per dare risalto alla cosa".

Lei va spesso allo stadio?

"Di solito no, ma quest’anno ci sono andato già cinque volte. Direi che ha portato bene..."

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro