Striscioni e fumogeni sulla tangenziale di Bologna: il blitz degli eco attivisti

I giovani di Extinction Rebellion hanno srotolato alcuni manifesti dai cavalcavia: protesta contro il Passante in stile ‘Signore degli Anelli'

Bologna, 4 marzo 2024 - “I fuochi sono accesi”. È partito da una frase della galassia tolkeniana de ‘Il Signore degli Anelli’ il blitz degli eco-attivisti di Extinction Rebellion in Tangenziale. Alcuni striscioni arancioni - almeno tre - sono stati srotolati su diversi cavalcavia questa mattina, intorno alle 6.30, insieme con l’accensione di alcuni fumogeni in segno di protesta.

Il blitz di Extinction Rebellion in tangenziale (Instagram)
Il blitz di Extinction Rebellion in tangenziale (Instagram)

Gli ambientalisti hanno ribadito il proprio ‘no’ al progetto del Passante, unendo la protesta anche a quella che riguarda le scuole Besta e “contro il generalizzato consumo di suolo che minaccia il Parco Don Bosco”. E, proprio sul primo striscione, è apparsa la frase tratta dal colossal fantasy.

“I "fuochi" che si sono accesi sono come quelli di Gondor, che nella trilogia tolkeniana lanciano l'appello di aiuto ai suoi alleati di fronte all'avanzata dell'Oscuro signore - scrivono gli attivisti sui propri profili social -. Il movimento ribadisce così il suo sostegno all'Assemblea No Passante e al Comitato Besta, uniti nella lotta contro l'allargamento del nodo autostradale e contro il generalizzato consumo di suolo che minaccia ora anche il Parco Don Bosco”.

“Dopo le alluvioni che lo scorso anno si sono abbattute sulla regione - prosegue il gruppo -, è evidente come la cementificazione sfrenata e la mala gestione del territorio siano estremamente connesse a questi disastri ambientali e alle morti che ne sono derivate, per cui Extinction Rebellion dichiara che continuerà ad opporre strenua resistenza davanti alla follia delle istituzioni al grido di #tunonpuoipassante”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro