Fortitudo, i tifosi e il dono alla Croce Rossa: il grande cuore della Fossa dei Leoni

Tramite il progetto ‘Un dono per la città’ la consegna di un nuovo Fiat Doblò per l’assistenza e il trasporto delle persone più fragili

Li calzi, Santi, Migliorini, Tedeschi alla consegna del mezzo (foto Mauro Donati)
Li calzi, Santi, Migliorini, Tedeschi alla consegna del mezzo (foto Mauro Donati)

Bologna, 25 novembre 2023 – Il grande cuore della Fossa dei Leoni si conferma tale non solo nel tifo e nell’attaccamento alla Fortitudo, ma anche per l’ennesima è più importante delle sue iniziative. Questa mattina è stato presentato svelato il progetto ‘Un dono per la città’ con la consegna alla Croce Rossa Comitato di Bologna di un nuovo Fiat Doblò per l’assistenza e il trasporto delle persone più fragili, aumentando la capacità di aiuto e intervento sul nostro territorio. La realizzazione di questo progetto è stata resa possibile solo grazie all’importante raccolta fondi promossa e realizzata dai ragazzi della Fossa dei Leoni 1970. “Ogni anno abbiamo cercato di mettere da parte un tesoretto da cui partire il resto è arrivato con raccolte e con il banchetto, che tengo in una giornata speciale come oggi 25 novembre sia interamente gestito dai componente femminile della Fossa – sottolinea Paolo Santi uno degli storici capi della tifoseria bolognese – con quello che abbiamo raccolto abbiamo chiesto alla sezione bolognese della Croce Rossa come avremmo potuto aiutarli, perché volevamo fare qualcosa per Bologna e per le persone fragili. Volevamo donare un ambulanza, ma visto quel che avevamo raccolto (si parla di una cifra tra i 40-50mila euro, ndr) abbiamo optato per un mezzo per il trasporto delle persone più fragili. In questi anni le iniziative a favore del sociale della Fossa dei Leoni sono state tante, dai giochi mandati in Bosnia nel ’90 alla settimana scorsa quando abbiamo riempito un furgone per andare ad aiutare le zone alluvionate della Toscana. Il bello è che anno dopo anno ci siano sempre nuove persone che vanno ad aggiungersi a coloro che si muovono per queste iniziative”. Dopo le parole di Santi, l’Assessora Roberta Lì Calzi ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa “Grazie a chi è qui e ai tifosi hanno organizzato una cosa straordinaria, grazie a Fortitudo per il supporto e alla Croce Rossa per tutto quello che fa. L’iniziativa della Fossa, una delle tante conferma come sia possibile sport e sociale”. Nella gremita sala stampa del PalaDozza, alle parole dell’assessore seguono poi le conferme di Stefano Tedeschi. “Quando si parla di Fortitudo si parla di Fossa, dalla passione e dalle iniziative che nascono come questa. E’ questo il bello di essere la Fortitudo, anche con l’impegno quotidiano di Fortitudo per il Sociale e con le straordinarie iniziative della Fossa”. Infine parola a Marco Migliorini, presidente Croce Rossa Italiana-Comitato di Bologna “C’è necessità di un aiuto ogni giorno, per tutto quel che riguarda per le persone disabili. Quella della Fossa è una fede sportiva, ma anche una fede di grande solidarietà. Tra associazioni facciamo unione e così ha fatto la Fossa (che conta circa 400 tesserati, ndr) che nel silenzio ha prodotto un atto come questo, abbiamo sempre più bisogno di interventi nel sociale”.

Mercato Fortitudo

Dopo la conferenza il presidente Stefano Tedeschi si è fermato per qualche altra domanda della stampa sul mercato.Siamo 9-1, gli aggiustamenti probabilmente ci saranno anche per dare maggiore equilibrio in partita, ma in settimana anche in allenamento. Adesso non è il momento, ci sono giovani che devono inserirsi, i programmi da inizio stagione non sono cambiati non c’è fretta di parlare di mercato – continua Tedeschi – la scadenza di venerdì prossimo (chiude prima parte del mercato, con 2 possibili tesseramenti disponibili) non è perentoria, non c’è fretta, ci sono altre finestre. Quello che mi sento di dire è che la società è a fianco del suo staff tecnico. Le idee per rinforzare la squadra ci sono, ma senza stravolgerle e al momento non ci sono novità. Pressione addosso? I risultati hanno portato grande gioia non pressione, siamo ipercontenti, di sicuro non andiamo in campo per perdere e la serie A la vogliamo conquistare per rimanerci con la nostra identità, lo dobbiamo ai nostri tifosi”. Conclusa la conferenza stampa, autorità e tifosi sono saliti all’esterno del PalaDozza dove la Fossa dei Leoni ha ufficialmente consegnato il nuovo Fiat Doblò alla Croce Rossa Italiana.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro