Jurgen Klinsmann ospite d’onore al Manuzzi: "Stadio meraviglioso e squadra incredibile"

L’ex campione del mondo: "Sono venuto a trovare mio figlio, che qui sta da re. Ma non escludo di tornare, mi sono divertito molto"

Jurgen Klinsmann ospite d’onore al Manuzzi: "Stadio meraviglioso e squadra incredibile"

Jurgen Klinsmann sugli spalti del Manuzzi ieri sera, durante Cesena-Entella

Biondo e fisicamente prestante come quando guidava l’attacco dell’Inter Jurgen Klinsmann assiste al match fra Cesena e Virtus Entella. Non può ammirare le gesta del figlio Jonathan perché è in panchina ed è anche influenzato. Gioviale, disponibile, accompagnato da Ruggero Rizzitelli, compagno al Bayern e da Stringara che con lui ha vestito la maglia dell’Inter e che poi l’ha seguito nello staff quando Klinsmann ha allenato la Corea del Sud.

Mister, è da queste parti in che veste: come padre, amico del presidente o a vedere com’è questo Cesena per le voci di un suo interessamento per entrare in società?

"Sono venuto a trovare mio figlio, starò a Cesena un paio di giorni poi andrò a Monaco per i funerali di Breheme. Sto vedendo uno stadio meraviglioso, un gran bel Cesena, molto brillante e mi sto divertendo un sacco, tanto spettacolo. Complimenti ai bianconeri che stanno vincendo meritatamente il campionato".

Sa che il Cesena ha la seconda miglior difesa in Europa dopo l’Inter e il terzo miglior attacco continentale dopo l’Inter e il Bayern?

"Bellissimo, non lo sapevo. Il Bayern ha Kane e il Cesena ha Shpendi". E ride.

Suo figlio ancora ha qualche difficoltà con la lingua a differenza di lei che parla benissimo l’italiano. Durante una recente intervista ha affermato che prenderà lezione da suo padre, toccherà a lei dargli lezione di italiano.

"Abitiamo a Los Angeles e in casa parliamo solo in inglese per cui Jonathan non conosce l’italiano. Ma lo imparerà in fretta, vedrete che a breve sarà bravo come me nel parlare la vostra lingua".

A proposito, come si trova Jonathan a Cesena?

"Sta benissimo, come un re, sta crescendo e imparando. E’ tutto particolarmente bello in questa città: lo stadio, il pubblico, la gente per strada che trasmette entusiasmo, la squadra in campo che dà spettacolo. Jonathan l’hanno accolto come un fratello, è entusiasta dell’ambiente”.

La vedremo ancora al Manuzzi a vedere questo magico Cesena che è avviato verso la conquista della promozione in B?

"E’ probabile, stasera (ieri) ho visto un gran bel match ed un Cesena che ha vinto meritatamente, dando spetatcolo con giocate davvero belle. Chissà che prima della fine del campionato non venga ancora, magari a festeggiare la promozione, la strada ormai la conosco".