Marchetti schiera in giunta Canucoli e Signoracci

L’esecutivo di Sant’Ippolito pronto a partire. Capogruppo è stata nominata Erika Ruti. "Siamo determinati a lavorare per la crescita del Comune"

Marchetti schiera in giunta Canucoli e Signoracci

Marchetti schiera in giunta Canucoli e Signoracci

Il primo cittadino di Sant’Ippolito Marco Marchetti ha scelto Andrea Canucoli e Carlo Signoracci come suoi colleghi di giunta per il quinquennio 2024-2029. Canucoli, che alle elezioni dell’8 e 9 giugno scorsi è stato il secondo candidato consigliere ad ottenere più voti (137) si è visto attribuire la carica di vicesindaco; e Signoracci (che ha vinto la ‘classifica’ delle preferenze raggiungendo quota 183) ricoprirà il ruolo di assessore ai lavori pubblici. Capogruppo è stata nominata Erika Ruti, mentre gli altri membri del civico consesso sono Italo Battisti, Giada Tomassini, Marco Cianni, Francesca Balducci, Matteo Fiorelli, Raffaella Valentini ed Eleonora Camiletti.

"Tutti determinati a lavorare per la crescita del Comune – sottolinea Marchetti, al suo secondo mandato da sindaco -, consapevoli che per raggiungere i migliori risultati è necessaria la sinergia fra ogni singolo componente della squadra. Un team nel quale, come ho già avuto modo di dire, abbiamo deciso di mettere da parte le differenze politiche che ci contraddistinguono e di valorizzare, invece, gli elementi che ci uniscono, partendo dal desiderio di fare il bene di Sant’Ippolito e delle tre frazioni Reforzate, Sorbolongo e Pian di Rose, tutte rappresentate tra i banchi consiliari". Per quanto concerne il programma da attuare da qui al 2029, il sindaco, forte anche dell’esperienza maturata e del lavoro svolto negli ultimi cinque anni, ha le idee estremamente chiare: "Ci sono da proseguire, e in alcuni casi da attivare, le opere per tre milioni di euro che hanno già la copertura economica, a partire dall’ampliamento della scuola dell’infanzia a Pian di Rose, per il quale abbiamo ottenuto 900mila euro attraverso il Pnrr e ci consentirà di passare da una struttura capace di ospitare 30 bambini ad una per 60; e dalla realizzazione, sempre a Pian di Rose, dell’asilo nido 0-3 anni, che ci è stata finanziata con 1milione e 200mila euro. Fra i lavori che dispongono delle necessarie risorse ci sono, inoltre, la riqualificazione del campo sportivo del capoluogo, la sistemazione dell’ex scuola primaria di Pian di Rose che diventerà un centro civico e una serie di opere contro il dissesto idrogeologico. Tra i progetti da finanziare cito la realizzazione della rotatoria allo svincolo della superstrada, la costruzione del marciapiede tra Sant’Ippolito e Reforzate e il recupero del teatrino del capoluogo".

Sandro Franceschetti