Abbandonato come un sacco, cane ritrovato in autostrada

Un amico a quattro zampe di almeno diciassette anni era stato lasciato in un’area di sosta, ora è stato recuperato e affidato in mani sicure

Fermo, 6 dicembre 2023 – Si può riuscire ad abbandonare un cane che è stato amico fedele per oltre 15 anni? Lo si può lasciare in una di queste notti gelide sull’area di sosta dell’autostrada, sperando che risolva da solo una situazione disperata?

Pare proprio di sì, qualcuno ci è riuscito lasciando in A14, nei pressi di Campofilone, un cane di almeno 17 anni, dolorante e sofferente, perso e disperato.

Nel tondo, il cane abbandonato in autostrada
Nel tondo, il cane abbandonato in autostrada

Chi lo ha trovato ha avvisato il servizio veterinario dell’azienda sanitaria territoriale che lo ha recuperato e affidato alla Fondazione Gioia e Romeo che gestisce il rifugio di Lapedona.

Sconvolti i volontari, la responsabile Livia Gomez Oliveira ha commentato: "Lo abbiamo avuto veramente in pessime condizioni, abbiamo mostrato questa cosa per far capire quanto può essere doloroso e ingiusto lasciare un amico così per strada. Meritava di vivere il suo ultimo tempo nella sua famiglia, noi gli daremo la dignità che qualcuno gli ha fatto mancare".

Pochi giorni fa sono stati trovati invece al campeggio Mirage di Altidona sei cani di razza maremmana, la mamma con cinque cuccioli, anche qui abbandonati e affidati al canile ma mantenuti dal comune nel quale sono stati trovati: "Non è una spesa da poco per i comuni - spiega ancora Livia - per questo cercheremo di trovare loro una famiglia che sia affidabile, anche se si tratta di una taglia grande sono cani bellissimi e molto socievoli. Quello che è importante dire è che un cane non è un oggetto, è un impegno che può durare anche 18 anni, che comporta spese, attenzioni, cure. Non è un pupazzo di peluche, non regaliamo cani senza la necessaria attenzione, non buttiamo via le vite di questi poveri animali, per strada, con questa crudeltà".