Fermo, Scarponi e il rione Paese Vecchio si prendono il palio di Servigliano

Corteo storico e giostra hanno riempito la cittadina di appassionati e turisti. Seconda Porta Santo Spirito

La vittoria di Scarponi
La vittoria di Scarponi

Fermo, 21 agosto 2023 – Arriva a sostituire l’infortunato Massimo Gubbini e senza battere ciglio Daniele Scarponi mette in piedi una prova perfetta e consegna il Palio al rione di Paese Vecchio, che può festeggiare la prima doppiata della sua storia. Pomeriggio di emozioni al campo dei giochi di Servigliano, dove si è tenuto l’atto conclusivo della 55esima edizione del Torneo cavalleresco di Castel Clementino, ovvero la Giostra dell’Anello che assegna il palio realizzato dai ragazzi della scuola media di Servigliano.

La giostra ha preso il via alle 17 ed è stato subito chiaro che sarebbe stata una gara a due. Il primo a cedere il passo è stato il cavaliere Nicholas Lionetti per il rione di Porta Navarra, reduce da un pesante infortuno, si è ritirato al termine della prima tornata e dopo aver portato a casa un solo anello. Giornata storta per Lorenzo Melosso di Porta Marina: nella prima tornata incappa in una penalità, nella seconda fa scivolare dalla lancia due anelli che poi non verranno conteggiati. Il giovanissimo cavaliere di rione San Marco, Mario Cavallari manca due anelli, ma tempi e costanza si vedono per lui terzo posto con 1.729 punti. Infine, le due stelle della giornata. Luca Innocenzi per Porta Santo Spirito, per lui gara di eccezionale con 9 anelli consegnati, e tempi molto bassi, ma si è dovuto accontentare del secondo posto con 1.923 punti. Prova perfetta per Daniele Scarponi di rione Paese Vecchio con 9 anelli riconsegnati e tempi molto bassi, ma i suoi 1.949 punti hanno fatto la differenza. I consoli Mario Rossi e Giancarlo Ferretti si sono stretti la mano in segno di rispetto, per l’eccezionale operato dei loro cavalieri; poi è iniziata la festa. "Massimo Gubbini non ha potuto partecipare – commenta Giancarlo Ferretti – abbiamo scelto di affidarci ad un veterano come Daniele Scarponi, che ha saputo fare la differenza. La vittoria di questo palio ha un sapore straordinario, è la prima Doppietta per Paese Vecchio. Dedico la vittoria ai componenti di tutto il rione che si sono dati da fare e ci hanno creduto fino alla fine, e soprattutto a Massimo Gubbini".

"Ho capito di potercela fare al termine della prima tornata – racconta Daniele Scarpoini – la cavalcatura aveva grandi potenzialità, ma era la prima volta che correva a Servigliano. La sua reazione è stata ottima. Aveva bisogno di questa vittoria, era da troppo che mancava. Dedico questa vittoria a mio figlio, a mia moglie, al rione di Paese Vecchio e al mio amico Massimo Gubbini".