Quotidiano Nazionale logo
5 apr 2022

Tutto pronto, alla Corva ora si corre

Il trofeo Podistica Moretti torna grazie all’impegno di Fausto Chioini: "La Sla non ferma la mia passione"

Lo staff. della Podistica Moretti Corva
Lo staff. della Podistica Moretti Corva
Lo staff. della Podistica Moretti Corva

Una grande corsa che torna, grazie alla spinta di un uomo straordinario, della sua forza e della voglia di raccontare la sua storia e la sua malattia. Il 24 luglio, al quartiere Corva, si terrà la prima edizione del Trofeo Podistica Moretti Corva, gara del circuito Fidal sulla distanza dei 10 km, grazie alla straordinaria forza di volontà di Fausto Chioini, presidente onorario della Podistica Moretti, malato di Sla da quattro anni, che ha voluto riorganizzare un grande evento podistico nella sua città a distanza di 16 anni dall’ultima edizione del Trofeo Ricci - Levantesi, una piccola gara locale che grazie alla Podistica Moretti è diventata una corsa internazionale con atleti di altissimo profilo, tra i quali Stefano Baldini, che l’ha disputata e vinta più volte. L’anno in cui la vita di Fausto cambia completamente è il 2018. "Si sono bloccati i miei sogni, nel lavoro e nello sport, quando mi è stata diagnosticata la Sla – racconta Chioini –. In questi quattro anni ho girato l’Italia, incontrato i migliori medici e frequentato le cliniche più all’avanguardia, ho ascoltato speranze di cure che purtroppo non si sono concretizzate. Ormai mi sono messo l’anima in pace. Ma all’inizio di questo 2022, ho pensato che raccontare la mia storia, insieme alla mia passione di sportivo, avrebbe potuto far parlare di più di questa malattia. Ho pensato di poter essere utile a chi ne sarà colpito dopo di me e forse potrà trovare una speranza di una cura. Questo mi ha dato il coraggio e la forza per organizzare la corsa". La straordinaria determinazione di Chioni l’ha portato a organizzare la manifestazione in pochi giorni malgrado la sua malattia.

"La Sla mi ha tolto la possibilità di camminare e di parlare – prosegue –, ma solo col mio comunicatore oculare, in pochi giorni, ho messo in piedi la manifestazione. Ho ricevuto tantissime risposte positive, coinvolto ben 40 aziende disposte a collaborare, tutti i soci della Podistica Moretti si sono mobilitati per organizzare l’evento ed hanno trovato altri sponsor. Io ho messo in campo la mia passione per l’atletica, le conoscenze che ho maturato nell’ambiente in tanti anni, la voglia di vedere di nuovo un importante appuntamento podistico qui a Porto Sant’Elpidio, che sarà anche occasione per parlare della Sla. Il giorno della corsa, infatti, interverranno anche ospiti importanti, medici esperti di questa malattia e professionisti che seguono le persone affette da Sla nel nostro territorio".

Lorenzo Girelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?