Incendio del castello 2023 a Ferrara: in arrivo 138mila euro

Per l’evento di Capodanno firmato il protocollo d’intesa tra Comune, Provincia e Camera di Commercio

Un'immagine spettacolare del recente incendio al Castello
Un'immagine spettacolare del recente incendio al Castello

Ferrara, 29 agosto 2023 – A Ferrara si prepara il grande evento dell’incendio del Castello, che segnerà - come da tradizione - il saluto al nuovo anno. Questa mattina la giunta comunale, su proposta dell’assessore Matteo Fornasini, ha infatti dato il via libera al protocollo d’intesa con la Provincia e la Camera di Commercio di Ferrara e Ravenna per l’organizzazione dell’intera festa, per dare il ‘benvenuto’ al 2024. Festa che, come è precisato nel documento d’intesa, si compone dello spettacolo pirotecnico dell’“Incendio del Castello”, che si tiene sui quattro lati del monumento, e dell'evento musicale in piazza Castello.

A tal fine lo stanziamento comunale previsto è di 138.600 euro. Contribuirà anche la Camera di Commercio con 10mila euro. La Provincia metterà invece a disposizione il Castello Estense nelle sue componenti: camminamenti, balconate, balaustre, torri, fossato (per il posizionamento dei fuochi d’artificio e la realizzazione dello spettacolo pirotecnico). Gli spazi attorno alla fortezza estense saranno invece riservati dal Comune a uso, principalmente, del pubblico.

Il soggetto attuatore dell’evento sarà Ferrara Expo Srl. “Con necessario anticipo - pur nel contesto di una programmazione estiva ancora nel vivo e ricchissima, soprattutto a settembre - già si pongono le basi per il grande evento di capodanno - spiega Fornasini -. Un appuntamento tradizionale, entrato nel cuore della proposta ferrarese ma che ogni anno non manca di regalare emozioni uniche e novità. Il Comune contribuisce anche quest’anno con un investimento importante e con la certezza del vasto indotto che la festa di capodanno, tra le più famose in Italia, produce, facendo di Ferrara, ancora una volta, una città protagonista nel campo degli eventi e dell’offerta turistica”.