Ubriaco torna a casa e picchia l’anziana madre: arrestato

A dare l’allarme i vicini che hanno sentito i rumori e le urla disperate della donna. La mamma sotto choc è stata portata al Pronto soccorso per relativi accertamenti

Arresto dei carabinieri
Arresto dei carabinieri

Ferrara, 3 febbario 2024 – Si sentono i rumori e urla disperate tutto intorno e vengono chiamati i carabinieri. È così che i militari di Voghiera hanno scoperto quanto accaduto in una casa del paese.

A seguito della ricostruzione dei fatti è finito in manette un 43enne con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. L’allarme è arrivato alla sala operativa. La pattuglia, giunta sul posto, ha trovato la porta dell’abitazione aperta, con piatti rotti sparsi a terra e un’anziana di 77 anni in stato di choc. Si trattava della made.

Dall’indagine degli uomini dell’Arma hanno capito che il figlio, il 43enne, era rientrato a casa, come di consueto, ubriaco finendo per litigare con la donna. La discussione ha fatto infuriare l’uomo, che l’ha colpita, scaraventandola a terra. Le urla dell’anziana sono state sentite dai vicini di casa che hanno avvertito i carabinieri.

Al loro arrivo i militari hanno fermato immediatamente il figlio. Al confronto con i militari si è mostrato ostile, tanto da inveire e minacciare nuovamente la madre presente. Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza, che ha portato la signora colpita al Pronto Soccorso per accertamenti.

Quanto al 43enne, è stato arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma portuense fino alla mattinata di ieri. I carabinieri lo hanno poi condotto dinanzi al giudice del tribunale estense, che ne ha convalidato l’arresto disponendo la custodia cautelare in carcere, in attesa del processo. Per il 43enne si cerca anche una comunità che lo accolga.

L’uomo, italiano, residente nel portuense, dovrà, in ogni caso, rispondere dell’accusa di maltrattamenti in famiglia. Quando sono arrivati i carabinieri lo hanno sorpreso mentre stava aggredendo la madre convivente, una vedova pensionata di 77 anni.

Dopo aver interrotto la violenta aggressione, ricostruito i fatti e riscontrato altri simili e recenti episodi, i militari, come detto, hanno arrestato l’uomo per maltrattamenti in famiglia, reato per il quale era già stato condannato anni addietro.

L’altro giorno, all’arrivo dei carabinieri, la donna ha raccontato che, poco prima, il figlio era rientrato in casa ubriaco e fuori controllo. A quel punto, l’ha aggredita e lei si è rinchiusa in camera da letto. I militari hanno raggiunto nell’altra stanza l’uomo che ha iniziato a dare in escandescenze, inveendo contro la povera madre.