Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

La Primavera fa il pieno di benzina all’Imolese

Sei protagonisti nella vittoria del campionato giovanile aggregati alla prima squadra: possono essere utilizzati nel playout con la Pistoiese

andrea voria
Sport
I ragazzi della Primavera 3 alzano la coppa al centro tecnico Bacchilega
I ragazzi della Primavera 3 alzano la coppa al centro tecnico Bacchilega
I ragazzi della Primavera 3 alzano la coppa al centro tecnico Bacchilega

di Andrea Voria

E se la nuova linfa che può dare energia all’Imolese in vista delle ultime due, decisive, sfide stagionali provenisse proprio dall’interno e da chi veste la casacca rossoblù già da più tempo? Se Rossi e Lia sono sulla via del recupero, mentre Palma, Santoro e Matarese non ci saranno ai playout, desta un certo scalpore la presenza in pianta stabile nella prima squadra, in questi giorni di allenamenti e rifiniture in vista della doppia sfida, di ben sei ragazzi della Primavera. Il 2003 Federico Benedettini, capitano della formazione di Mezzetti che ha vinto il campionato, insieme ai 2004 Michele Ballanti, Nicolò Bizzini, Andrea Morara e Matteo Lombardi e al 2005 Matteo Guido Capozzi sono stati aggregati al gruppo guidato da Gaetano Fontana, che si appresta a sfidare la Pistoiese. I sei ragazzi, trascinatori della Primavera 3, hanno anche discrete chances di fare parte dei convocati per la doppia sfida in programma fra il 7 e il 15 maggio. Lombardi, inoltre, ha esordito in prima squadra giocando a Pescara e fornendo anche un’ottima prestazione, in particolare considerando la giovane età.

L’Imolese che nel 2021-22 ha vissuto, rispetto alle stagioni precedenti, un fortissimo allontanamento della proprietà, trova ora sostegno, nel momento più importante, da chi invece costituisce il cuore pulsante della società, il settore giovanile.

Al di là della questione geografica, visto che il presidente Antonio De Sarlo non è quasi mai al Centro Tecnico Bacchilega, la società ha quasi raggiunto i tre mesi di silenzio stampa e di oscuramento completo della pagina Facebook: una fortissima mancanza di comunicazione non solo nei confronti della stampa, ma soprattutto delle famiglie degli oltre 300 ragazzi tesserati fra i rossoblù. Vista la situazione, assume quindi un valore ancora più importante la "promozione" in Prima Squadra, specie in un momento cruciale, dei sei ragazzi allenati da Mezzetti e cresciuti nel settore giovanile dell’Imolese.

Abituati in un certo senso a una stagione ricca di vittorie e reduci da una delle più grandi gioie sportive della loro ancora giovane carriera, Benedettini, Lombardi e compagni si uniranno a Rossi, Padovan e al resto della formazione anti-Pistoiese. L’entusiasmo che porteranno non potrà che essere d’aiuto, in una sorta di unione delle forze per l’obiettivo comune.

Per mantenere la serie C per un altro anno e – chissà – vedere all’opera altri giovani rossoblù in prima squadra, l’Imolese si aggrappa anche ai propri ragazzi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?