Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

"Romagna, il nostro unico pensiero è la Final Six"

Il capitano Fabrizio Tassinari, figlio del coach Domenico, è concentrato: "Un obiettivo organizzato da tempo"

Da sinistra Fabrizio Tassinari con il padre Domenico durante un match (Alive)
Da sinistra Fabrizio Tassinari con il padre Domenico durante un match (Alive)
Da sinistra Fabrizio Tassinari con il padre Domenico durante un match (Alive)

"Il bilancio del campionato fino a questo momento è positivo anche se è mancato lo spunto per vincere almeno un incontro contro la capolista Cingoli. Alla fine sono stati solo tre i gol di scarto a loro favore". Il capitano della Pallamano Romagna, Fabrizio Tassinari, fa il punto della situazione durante la pausa del girone B della seconda categoria nazionale mentre alla palestra Cavina si è disputato nel fine settimana la Youth League, il campionato nazionale under 20.

"In tre anni abbiamo mosso i passi opportuni programmando bene per ottenere l’accesso alla Final Six e ci siamo riusciti. Ora le ultime tre partite ci servono come test match e poi disputeremo anche delle amichevoli a ridosso dell’impegno decisivo in cui giocheremo una sfida ogni giorno. Dovremo recuperare velocemente. Ci stiamo preparando per arrivare al massimo all’appuntamento a Chieti". Esaminando gli altri gironi, quello settentrionale e quello meridionale, Bicio esprime il suo pensiero: "Nella stagione scorsa, quando eravamo inseriti nel girone A, nessuna delle due formazioni qualificate è salita nella massima serie. E’ vero che il livello è più alto ma le prime della classe si sono rubate punti a vicenda perché le partite sono state tirate. Nel gruppo C il Fondi ha una tradizione importante e non è da sottovalutare. Noi siamo entrati nel torneo finale senza grosse pretese e speriamo anche nel fattore legato alla fortuna".

La brutta notizia ormai nota da qualche tempo è legata alla mancanza del terzino cecchino Alexandru Rotaru: "Per lui la stagione è finita. Ha subito la lussazione della clavicola e ora sta recuperando. Faremo quadrato anche per lui".

Da venerdì a domenica la palestra Cavina ha ospitato l’ultima fase eliminatoria della Youth League, il campionato nazionale under 20.

"Abbiamo – dice il centrale arancioblù – spinto per organizzare la manifestazione perché siamo reduci dall’appuntamento della nazionale in cui ci siamo distinti a livello organizzativo".

Mirko Melandri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?