Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Stasera via Crucis, lunedì i giovani dal Papa

Partite ieri le celebrazioni per la Pasqua. Alle 21 processione sull’argine, domenica la Messa presieduta da monsignor Castellucci

Una fase della Via Crucis dei giovani
Una fase della Via Crucis dei giovani
Una fase della Via Crucis dei giovani

Con la ‘Messa in Coena Domini’, ricordo dell’istituzione dell’eucarestia, presieduta ieri sera alle 19 in Cattedrale dal vicario generale monsignor Ermenegildo Manicardi, si è entrati nel Triduo pasquale, apice dell’anno liturgico ed evento centrale della fede cattolica. Stasera, Venerdì Santo, alle 19 in Duomo, sempre monsignor Manicardi presiederà il rito della Celebrazione della Passione, con il bacio della croce, gesto ora sostituito da un gesto di adorazione nel rispetto delle norme anti-covid 19. Oltre alla celebrazione della Passione del Signore con l’adorazione della croce, sono previsti domani altri momenti per mantenere il clima di preghiera e raccoglimento con la pratica della Via Crucis: in Cattedrale alle 21 con l’accompagnamento della Corale della Cattedrale, e a San Martino Secchia, sempre alle 21, la suggestiva Via Crucis animata dai Fratelli di San Francesco con le stazioni che si snodano sull’argine del fiume con partenza dalla chiesa. Domani, Sabato Santo, la solenne Veglia Pasquale con l’annuncio della risurrezione del Signore sarà presieduta dal vicario generale monsignor Gildo Manicardi con inizio alle 21. 30. Domenica, giorno di Pasqua, alle 10.45, la messa del giorno sarà presieduta dal vescovo Erio Castellucci. Sul sito diocesicarpi.it e sul canale Youtube ‘Notizie Settimanale della diocesi di Carpi’ (https:www.youtube.comwatch?v=2lB_s_l21LQ) sono disponibili il testo e il video del messaggio pasquale del vescovo Erio Castellucci.

Il Lunedì dell’Angelo, sarà osservato l’orario festivo delle sante messe. Ma questa giornata è prevista anche un’importante iniziativa che vede gli adolescenti incontrare Papa Francesco a Roma, con il progetto ‘Seguimi’ proposto appunto agli adolescenti tra i 12 e i 17 anni e che si colloca all’interno di un progetto più ampio avviato quest’anno dalla Chiesa italiana denominato ‘Seme divento’, ed è rivolto proprio agli adolescenti e ai loro genitori. Notevole l’adesione da parte dei giovani della nostra Diocesi: sono 285 gli iscritti, provenienti da 18 parrocchie, che parteciperanno all’incontro con il Papa a Roma, accompagnati dal vescovo Erio Castellucci. "Il tempo che stiamo vivendo - afferma Simone Ghelfi, direttore del servizio di pastorale giovanile della diocesi di Carpi - tra due anni di pandemia, le guerre, le problematiche ambientali e sociali, richiede un particolare accompagnamento degli adolescenti. Anche la Chiesa deve ripartire, per guardare al futuro e rigenerarsi". Quello di Pasquetta sarà di fatto il primo grande incontro pubblico a Roma con il Papa dall’inizio della pandemia. A livello nazionale la risposta dei ragazzi sta andando al di là delle attese (53.000 adesioni).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?