Studente sospeso, a Modena trecento persone (e il sindaco) in piazza

Partecipata manifestazione a pochi passi dall’istituto Barozzi. Damiano Cassanelli: “Non sono solo, questo è importante”

Modena, 24 febbraio 2024 – Oltre trecento persone unite per dire si a una scuola democratica e, soprattutto, per manifestare il proprio sostegno a Damiano Cassanelli, lo studente sospeso dalla sua scuola (il Barozzi di Modena) per 12 giorni dopo le dichiarazioni rilasciate - circa alcune problematiche della scuola – alla stampa in occasione di uno sciopero. 

Damiano Cassanelli e la manifestazione al parco Novi Sad di Modena
Damiano Cassanelli e la manifestazione al parco Novi Sad di Modena

Importante partecipazione questo pomeriggio al Parco Novi Sad, nell’area antistante proprio all’Isituto Barozzi dov’è in corso il comizio volto a esprimere solidarietà al rappresentante della scuola. Presente anche il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, l’associazione stampa, tantissimi studenti e amici di Damiano, docenti e RSU, Rappresentanti degli Studenti, Rappresentanti dei Genitori a sostegno all’appello.

Manifestazione in sostegno di Damiano Cassanelli, il ragazzo sospeso a Modena (foto Fiocchi)
Manifestazione in sostegno di Damiano Cassanelli, il ragazzo sospeso a Modena (foto Fiocchi)

Un comizio pacifico a cui ha preso parte ovviamente anche Damiano che ha ringraziato le tante persone presenti. “Non sono solo e questo è importante”, ha sottolineato pretendendo la parola sul palco. “Esprimo vicinanza innanzitutto alla scuola che deve essere educante – ha invece detto il sindaco – e ai ragazzi che sono il nostro futuro e devono avere la libertà di espressione”.