Il paracadutista che è atterrato in campo durante il match (foto Fiocchi)
Il paracadutista che è atterrato in campo durante il match (foto Fiocchi)

Sassuolo, 20 ottobre 2019 - Gol e spettacolo al Mapei, nel ricordo di Giorgio Squinzi (foto). Sassuolo e Inter regalano ben 7 reti nel match (FOTO) di pranzo, prima del quale l'intero Mapei Stadium ha ricordato tra applausi e video celebrativi, la figura del compianto Patron. Vince l'Inter, meritando di farlo per larghi tratti, meno in altri, dove il Sassuolo ha mostrato di svegliarsi troppo tardi.

false

Chi è l'uomo atterrato al Mapei Stadium

Pronti, via e l'Inter è già in vantaggio. Non è nemmeno il 2' di gioco quando sugli sviluppi di un corner Brozovic raccoglie al limite e apre per Lautaro, l'argentino è libero di puntare Tripaldelli e insaccare all'angolo sinistro. La squadra di Conte tiene il pallino e al 12' Lautaro sfiora anche la doppietta, ma fallisce il tiro a tu per tu con Consigli. I neroverdi provano a scuotersi con alcuni contropiedi non molto efficaci, fino, però, al 16' quando da un errore sulla trequarti di Biraghi il Sassuolo riparte e trova il pari: Berardi riceve sulla destra e chiude in diagonale beffando Handanovic, il Mimmo neroverde punisce ancora i nerazzurri.

false

La partita è bella, ora che la squadra di De Zerbi ha preso coraggio e l'Inter ha subìto il contraccolpo del pari. Di occasioni se ne vedono poche, a dire il vero. Da segnalare due reti annullate, una per parte, a Lautaro e Caputo, entrambe giustamente. Al 38' l'episodio chiave: De Vrij serve in verticale Lukaku, il belga protegge con il suo possente fisico, si gira e trafigge Consigli, l'Inter torna in vantaggio. Due minuti più tardi Brozovic sfiora il tris su calcio di punizione.

A pochi secondi dal duplice fischio, Lautaro viene atterrato da Marlon in area, per Giacomelli è rigore. Lukaku spiazza Consigli e l'Inter cala il tris. Nerazzurri sull'1-3 all'intervallo. La ripresa si apre con un'occasione confezionata da Lautaro, il migliore per distacco, che controlla di tacco e punta la porta di Consigli che para il suo tiro da fuori.

L'argentino chiude il match al 71' trasformando il secondo rigore di giornata concesso per un fallo scellerato di Djuricic su Barella in area. Il serbo si fa parzialmente perdonare realizzando il gol del 2-4 qualche minuto più tardi. Boga punta la difesa nerazzurra, impreparata all'offensiva, trova Caputo il quale scarica sull'inserimento di Djuricic che piazza all'angolo facile facile.

L'Inter smette di giocare, il Sassuolo lo capisce e aumenta i giri del motore. All'82' Boga semina il panica e passa tra le maglie verdi (da trasferta) dei difensori dell'Inter come birilli, si presenta in area e infila Handanovic per la terza volta. La partita è clamorosamente riaperta. È un autentico assedio quello degli ultimi minuti, gli uomini di De Zerbi non concedono più alcuna ripartenza. L'Inter soffre ma porta a casa i tre punti, al Sassuolo non bastano gli ultimi grandi 20 minuti.

Paracadutista in campo

Era da poco stato assegnato un calcio di rigore all'Inter nel corso della gara con il Sassuolo, quando è atterrato sul terreno nella zona di metà campo del Mapei Stadium un paracadutista. Con un tempismo quasi perfetto, a gioco fermo, l'uomo che indossava una maschera nerazzurra è stato immediatamente raggiunto da cinque inservienti che l'hanno accompagnato fuori dal campo. Il paracadutista non ha opposto resistenza. Increduli i giocatori in campo, mentre quelli del Sassuolo continuavano a protestare con l'arbitro Giacomelli per la concessione del rigore. Un siparietto che si è concluso con l'applauso dei divertiti spettatori presenti allo stadio di Reggio Emilia.

Il tabellino

Sassuolo-Inter 3-4

Reti: 2' e 71' rig. Martinez, 16' Berardi, 38' e 45' Lukaku, 74' Djuricic, 82' Boga

Sassuolo (4-3-1-2): Consigli; Muldur (76' Toljan), Marlon, Peluso, Tripaldelli; Duncan, Magnanelli Obiang (52' Boga); Traorè (65' Djuricic); Caputo, Berardi. A disp.: Turati, Russo, Defrel, Raspadori, Romagna, Piccinini, Ghion, Locatelli, Kyriakopoulos. All.: De Zerbi

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva (73' Lazaro), Gagliardini, Brozovic, Barella, Biraghi; Lautaro (72' Politano), Lukaku (90' Vecino). A disp.: Padelli, Berni, Godin, Ranocchia, Asamoah, Borja Valero, Di Marco, Esposito. All.: Conte

Arbitro: Giacomelli di Trieste
Ammoniti: Obiang, Duncan, Magnanelli, De Vrij, Lazaro, Bastoni

Rivivi il match