Rugby Jesi 16 Giacobazzi Modena 18 Marcature: 25’ cp Martinelli, 32’ cp Michelini, 36’ meta Petti tr Michelini; 43’ cp Martinelli, 44’ meta Fanesi tr Martinelli, 46’ cp Michelini, 77’ cp Martinelli, 78’ meta Venturelli M. nt. Rugby Jesi: Pulita; Scaloni, Trillini, Fanesi, Marchegiani; Martinelli, Bruciaferri N.; Loccioni, Sandroni, Amendola;...

Rugby Jesi

16

Giacobazzi Modena

18

Marcature: 25’ cp Martinelli, 32’ cp Michelini, 36’ meta Petti tr Michelini; 43’ cp Martinelli, 44’ meta Fanesi tr Martinelli, 46’ cp Michelini, 77’ cp Martinelli, 78’ meta Venturelli M. nt.

Rugby Jesi: Pulita; Scaloni, Trillini, Fanesi, Marchegiani; Martinelli, Bruciaferri N.; Loccioni, Sandroni, Amendola; Marinelli, Leaua; Santini, Mattioni, Bruciaferri E. A disposizione: Cappuccini, Feliciani, Santini, Barbacci, Ramazzotti, Dina, Boria. All. Greco.

Giacobazzi Modena: Petti; Rossetto (64’ Tusini), Trotta, Pilati (72’ Kubler), Pianigiani; Michelini, Caiti; Venturelli M., Debortoli, Carta; Maiga, Bellei; Milzani (64’ Ori), Rizzi, Morelli. Non entrati: Operoso, Venturelli L., Rodriguez, Guidetti. All. Rovina.

Arbitro: Beatrice Smussi (Brescia).

Note: Espulso: 24’ Carta (Modena). Ammoniti: 19’ Bruciaferri N. (Jesi). Risultato primo tempo: 3-10. Punti conquistati in classifica: Giacobazzi Modena 4, Jesi 1.

Il Giacobazzi, con un uomo in meno per quasi un’ora di gioco, lotta, soffre e alla fine vince 18-16 sul campo del Rugby Jesi, che si conferma fortino difficile da espugnare. Decisiva la meta allo scadere di Marco Venturelli, che regala il terzo successo consecutivo – il primo stagionale lontano da Collegarola – ai biancoverdeblù, bravi a non perdere la testa dopo il rosso sventolato a Carta dall’arbitro Smussi a metà primo tempo.

Una gara sulle montagne russe tra due squadre con ambizioni e motivazioni molto diverse: se da una parte Jesi voleva riscattare gli oltre cento punti subiti a Parma, il Modena voleva proseguire le serie di vittorie aperta con Valorugby B e Imola. Missione compiuta per il Giacobazzi, che non senza soffrire ha chiuso con un successo il suo 2021, l’anno che ha segnato il ritorno del rugby di base dopo la pandemia.