Bonaccini il più apprezzato, la classifica 2023 di sindaci e governatori più amati in Emilia Romagna e Marche

Acquaroli in 13esima posizione. Riguardo i primi cittadini spiccano Fioravanti di Ascoli Piceno e Michele Guerra di Parma. I dati del sondaggio, pubblicato da Il Sole 24 Ore

Stefano Bonaccini, il governatore dell'Emilia Romagna è il primo in classifica
Stefano Bonaccini, il governatore dell'Emilia Romagna è il primo in classifica

Bologna, 10 luglio 2023 – Stefano Bonaccini, presidente Pd per l’Emilia Romagna, e Beppe Sala, sindaco di Milano per il centrosinistra, hanno conquistato il primo posto della classifica degli amministratori locali più popolari in Italia. Questo è il risultato della diciannovesima edizione del Governance Poll, il sondaggio sul consenso dei governatori di regione e dei sindaci dei Comuni capoluogo, realizzato per Il Sole 24 Ore da Noto Sondaggi.

Secondo il sondaggio Bonaccini ha il 69% di preferenze (Sala il 65%) e soffia a Luca Zaia (Veneto 68,5%) un primato detenuto per dodici anni. Al terzo posto c’è poi Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia 64%), già secondo un anno fa. Il governatore delle Marche Francesco Acquaroli, invece, lo troviamo in 13esima posizione, con il 45,5% di gradimento.

La vittoria di Bonaccini

Non è una novità che Bonaccini sia un presidente apprezzato, visti i risultati già consolidati alle Governance Poll degli anni scorsi in cui ha sempre mantenuto un posto d’onore in classifica.

La gestione dell’alluvione ha sicuramente giocato un ruolo importante, mostrando all’opinione pubblica una figura che ha difeso i cittadini e che ha agito in prima linea con il governo per proteggere le popolazioni colpite e le attività produttive della Romagna colpita dall’emergenza.

Sarebbe ingiusto, però, dare il merito per la vittoria solo all’alluvione. Guardando la classifica, sembra che a livello regionale e locale la bandiera politica importi meno che a livello nazionale. Chi governa è giudicato più in base all’attività amministrativa che al partito che segue e, di conseguenza, vengono apprezzati di più i governatori che agiscono sul territorio con misure concrete.

È questo il punto in comune tra i vincitori del sondaggio, Bonaccini per le regioni e Sala per i comuni, ovvero essere visti come portavoce dei cittadini, in grado di ascoltare le richieste e metterle in pratico.

In più, il fatto che i due vincitori del Governance Poll 2023 appartengano a una corrente diversa dalla maggioranza di governo è un’altra conferma di come il riferimento politico dell’amministratore passi in secondo piano rispetto alle sue capacità di gestione.

La classifica dei sindaci di Emilia Romagna e Marche

Subito dopo Sala, c'è Ascoli Piceno con Marco Fioravanti.

Al quarto posto c'è Michele Guerra, primo cittadino di Parma. Poi si scende al 13esimo posto e troviamo Alan Fabbri di Ferrara. Matteo Lepore di Bologna è al 17esimo posto, Gian Carlo Muzzarelli di Modena al 18esimo.

Al 29esimo c'è Katia Tarasconi di Piacenza.

A parte Fioravanti che è al secondo posto, le Marche ritornano solo al 31esimo posto con Paolo Calcinaro di Fermo.

Gian Luca Zattini di Forlì è al 37esimo, due posti più in giù c'è Sandro Parcaroli di Macerata e al 47esimo il primo cittadino di Rimini Samil Sadegholvaad. Al 53esimo posto c'è Luca Vecchi di Reggio Emilia, due posti più in giù c'è Matteo Ricci di Pesaro.

Infine Michele de Pascale di Ravenna al 71esimo posto.