Tempi duri a Ravenna e provincia per i furbetti dei rifiuti: oltre 300 multe

Fototrappole, telecamere, accertatori: a quanto ammontano le sanzioni per chi non rispetta le regole della raccolta differenziata o a chi abbandona i rifiuti

Ravenna, 1 dicembre 2023 – Anche a Ravenna e nel forese, per i cosiddetti furbetti dei rifiuti continuano a essere tempi duri.

A testimoniarlo sono le oltre 300 sanzioni che la Polizia locale, grazie all’ausilio di dieci fototrappole ed alla telecamera (collocate a rotazione su una cinquantina di postazioni fisse in base alle segnalazioni dei vigili), ha comminato a partire da inizio anno.

Sono sette gli agenti accertatori operativi dalla scorsa estate
Sono sette gli agenti accertatori operativi dalla scorsa estate

Inoltre dall’inizio dell’estate, a contestare le violazioni a chi non rispetta le regole della raccolta differenziata o a chi abbandona i rifiuti sono operativi su tutto il territorio comunale anche sette agenti accertatori (nominati dal sindaco di Ravenna e opportunamente formati da Hera, ai sensi del regolamento Atersir), i quali hanno elevato 39 verbali, di cui tre nel forese, sette nei lidi, sei nei quartieri di frangia (Classe, Ponte Nuovo e Borgo Montone) e 23 nel resto di Ravenna città.

Le violazioni vengono contestate in flagranza, con sanzioni amministrative che vanno da 104 a 400 euro ciascuna, più spese di notifica.

Sul totale dei verbali, dieci hanno riguardato attività economiche, mentre 27 sono stati notificati a utenze domestiche, multate principalmente per abbandoni.

Le violazioni accertate hanno riguardato diversi articoli del regolamento Atersir e dell’Ordinanza Comunale: 22 verbali per abbandono di materiale, 17 per esposizione dei contenitori errata, per esempio in giornate o in orari diversi da quelli specificati da calendario di raccolta.

l. s.