Orgoglio Pallacanestro Reggiana. Ieri il commissario tecnico della nazionale italiana, Meo Sacchetti, ha diramato la lista definitiva con i 12 giocatori che prenderanno parte alle due partite di qualificazione per i mondiali del 2023 e sia Leonardo Candi che Momo Diouf ne fanno parte. Un grande attestato di stima e considerazione per questi due ragazzi, per lo staff che lavora quotidianamente con loro e soprattutto per il club che è tra i pochi della nostra Serie A, assieme a Virtus Bologna e...

Orgoglio Pallacanestro Reggiana. Ieri il commissario tecnico della nazionale italiana, Meo Sacchetti, ha diramato la lista definitiva con i 12 giocatori che prenderanno parte alle due partite di qualificazione per i mondiali del 2023 e sia Leonardo Candi che Momo Diouf ne fanno parte. Un grande attestato di stima e considerazione per questi due ragazzi, per lo staff che lavora quotidianamente con loro e soprattutto per il club che è tra i pochi della nostra Serie A, assieme a Virtus Bologna e Treviso, a spedire due atleti in maglia azzurra. Per le Vu Nere ci sono Pajola e Tessitori, per i veneti Akele e Bortolani anche se quest’ultimo è di proprietà dell’Olimpia Milano.

Nei giorni scorsi vi avevamo dato conto dell’inserimento nelle varie liste di ‘avvicinamento’ ai prossimi appuntamenti, ma non era scontato che gli alfieri biancorossi venissero poi inseriti nel gruppo ‘definitivo’, con coloro che si giocheranno effettivamente le qualificazioni. La scorsa estate per entrambi era arrivata un’esclusione dalla spedizione olimpica praticamente al fotofinish. Ieri invece la bella notizia che, al di là delle dinamiche interne al gruppo azzurro, certifica anche la crescita sia di capitan ‘Leo’ che di ‘Momo’ in termini di performance e personalità.

Per intuire la soddisfazione dei due talenti della Unahotels, classe 1997 il play-guardia e 2001 il lungo, basta vedere i sorrisi che arrivano dal ritiro della nazionale e dalle storie postate sui social network. La felicità dovrà però lasciare spazio molto presto alla concentrazione perché già domani, a partire dalle 17, l’Italia sarà impegnata a San Pietroburgo contro la Russia. Un match che sarà il preludio alla sfida che aspetta gli azzurri lunedì alle 20,30, stavolta al Forum di Assago. Di fronte si troveranno i Paesi Bassi allenati dall’ex coach biancorosso Maurizio Buscaglia, attuale tecnico dell’Hapoel Holon nella Winner League (la Serie A israeliana). Oltre a Candi e Diouf e ai già citati Pajola, Tessitori, Akele e Bortolani, Sacchetti ha convocato Tonut (Venezia), Flaccadori (Trento), Spagnolo (Cremona), Gaspardo (Brindisi), Alviti (Olimpia Milano) e Lever (Trieste). Nel mirino, appunto, i prossimi mondiali che si giocheranno tra Giappone, Filippine e Indonesia dal 25 agosto e fino al 10 settembre 2023. Prima ci saranno gli Europei (dall’1 al 18 settembre 2022) un appuntamento che Candi e Diouf hanno messo in cima alla lista degli obiettivi personali da raggiungere. Questa convocazione può essere davvero un ottimo inizio.

Francesco Pioppi