Ladri golosi, due colpi a segno in gelateria

A finire nel mirino sono state ’Il Pellicano’ e ’Campi di fragole’. Nell’attività di viale Ceccarini tre persone hanno anche spaccato la vetrata

Fabio Bernardi, della gelateria ’Il Pellicano e Giovanni Occhialini

Fabio Bernardi, della gelateria ’Il Pellicano e Giovanni Occhialini

Riccione, 4 aprile 2024 – Ladri golosi. Di gelati e di denaro, quelli che nella notte tra martedì e ieri hanno messo nel mirino la gelateria ’Il Pellicano’ in viale Ceccarini alto, dove intorno alle 3 di notte tre persone si sono presentate con l’intento di sfondare la porta d’ingresso della gelateria. Un blitz in due fasi, dal momento che dopo essere riusciti a infrangere i vetri della porta, ma senza scardinarla, i malviventi avrebbero anche cercato di dare fuoco all’uscio, senza particolare successo. Tanto è bastato però ai tre per riuscire a spaccare la vetrata ed intrufolarsi dentro, da dove i ladri avrebbero portato via duecento euro dal fondo cassa, oltre a una torta e una bottiglia di vino.

È questo l’inventario del maltolto ricapitolato anche dal titolare della gelateria, Fabio Bernardi. "Non so con esattezza a che ora sai successo, ma qui i ladri sono entrati infrangendo la vetrata – allarga le braccia il titolare mentre ieri mattina sul posto sono subito arrivati i vetrai per riparare –. Prima di fare questo hanno dato fuoco a una bottiglietta di gel disinfettante per le mani che tenevo all’esterno sull’ingresso. A quanto hanno rubato si aggiungono anche i due/tre mila euro di danni per la nuova vetrata. In tanti anni una cosa del genere non mi era mi era mai successa". Ad accorgersi dell’accaduto per primi sono stati i carabinieri di Riccione, di prima mattina, dopo un passaggio di una gazzella. Carabinieri a cui il titolare ha quindi sporto denuncia per furto e danneggiamenti e che ora passeranno al setaccio le immagini di videosorveglianza della zona a caccia dei colpevoli.

Ma il feticismo dei ladri per le gelaterie di Riccione ha coinvolto anche ’Campi di Fragole’, dove tra sabato e domenica tra l’una di notte e le 2 "non molto più tardi della chiusura della gelateria, avvenuta mezz’ora dopo la mezzanotte", ripercorre il titolare Giovanni Occhialini, è stata "aperta un’anta scorrevole, in vetro e acciaio – riferisce –: i ladri si sono diretti a colpo sicuro verso la cassa, rubando il cospicuo incasso in liquidi della giornata. Sul pavimento, ancora bagnato perché era stato dato la straccio, sono rimaste impresse solo delle pedate. In genere portiamo via l’incasso a sera, ma avendo altre gelaterie, anche a Fano e a Fossombrone, sono tornato tardi e non ce l’ho fatta".

Anche su questo caso cercano di far luce i carabinieri di Riccione che hanno acquisito i video girati dalle vicine telecamere. Amareggiato Occhialini commenta: "Il colpo è stato fatale. Peccato. Dal 1996 per Pasqua non avevamo mai lavorato così tanto, viale Ceccarini era pieno di visitatori e residenti. Bisogna rinforzare la vigilanza e dare un’accelerata su quanto il Comune ha di recente promesso", ossia blindare la ztl con dissuasori elettromeccanici, già chiesti dai commercianti prima delle tre recenti spaccate nelle boutique di lusso.