Omicidio di Pierina, nuovi sviluppi: sequestrati due taglierini alla nuora Manuela

Proseguono senza sosta le indagini: al vaglio anche i filmati delle telecamere della farmacia San Martino

Manuela Bianchi, nuora di Pierina (Foto Migliorini)
Manuela Bianchi, nuora di Pierina (Foto Migliorini)

Rimini, 14 ottobre 2023 – Proprio il  giorno dei funerali di Pierina Paganelli (GUARDA IL VIDEO) emerge la notizia che gli inquirenti hanno sequestrato due taglierini, entrambi con una lama di sei centimetri, in casa di Manuela Bianchi, la nuora della 78enne massacrata con 17 coltellate.

Emergono nuovi particolari nell'inchiesta sul delitto dell'ex infermiera riminese uccisa la sera del 3 ottobre scorso nella zona garage sotterranea del condominio di via Del Ciclamino, da qualcuno che probabilmente conosceva bene le sue abitudini e che le ha teso un agguato tra la porta tagliafuoco e il vano ascensore.

Manuela Bianchi, nuora di Pierina (Foto Migliorini)
Manuela Bianchi, nuora di Pierina (Foto Migliorini)

Il sequestro dei taglierini è stato compiuto nelle ore immediatamente successive al ritrovamento del cadavere da parte della stessa Manuela, la cui chiamata al 112 è partita alle 8.25 della mattina del 4 ottobre.

I due taglierini si aggiungono alla lamettina da giardinaggio trovata tra gli attrezzi da lavoro del fratello di Manuela, Loris Bianchi. Gli inquirenti hanno inoltre sequestrato anche gli indumenti e le scarpe indossati dai due fratelli - almeno per ora e fino a prova contraria totalmente estranei al delitto - il giorno in cui verosimilmente si è consumato l'omicidio.

E hanno prelevato loro le impronte digitali e il Dna. Una raffica di accertamenti, quelli condotti dalla polizia scientifica e dalla squadra mobile di Rimini, guidata dal vice questore aggiunto Dario Virgili, con il coordinamento del sostituto procuratore Daniele Paci