Quotidiano Nazionale logo
10 apr 2022

Rinascita, ostacolo Senigallia Soltanto Masciadri resta ai box Ferrari: "Sarà uno scontro playoff"

Finalmente padrona del proprio destino, cioè consapevole che con un ‘percorso netto’ in queste cinque rimanenti partite di regular season nessuno potrà toglierle il primato nel girone C, la Rinascita apre le danze oggi pomeriggio a Senigallia nel delicato match contro la Goldengas (palla a due alle 18, fischiano Guarino e Palazzo di Campobasso). Un incontro non banale contro un’avversaria scorbutica, una formazione che può esibire un record di 15-10 che al momento la catapulta ai playoff. "Una squadra non semplice per noi, contro la quale abbiamo perso in Supercoppa e ce la siamo dovuta sudare fino in fondo in campionato", ricorda il coach dell’Rbr, Mattia Ferrari, che in questa occasione sarà orfano ‘solo’ di Masciadri. "Già, stranamente ce ne mancherà solamente uno. Tassinari è infatti al 100%, così come Rinaldi sta bene dal punto di vista fisico. E recuperiamo nei 12 pure Amati, che era stato fuori un po’ per una ‘scavigliata’" aggiorna il bollettino medico il tecnico biancorosso, che in avvio andrà ancora con Rivali in regia, Saccaggi e Bedetti sul perimetro, Arrigoni (foto) da numero 4 e Rinaldi in posizione di centro. Ma ci sarà ancora bisogno di Bedetti come (finto) secondo lungo? "Credo di no – risponde Ferrari –. Rinaldi e Fabiani in due faranno un giocatore, cioè difficilmente saranno assieme sul parquet, mentre mi auguro che Arrigoni possa rimanere in campo 30’ abbondanti. E quando rifiaterà un po’ in panchina ci affideremo alla vitalità di Rossi", rivela lo skipper di RivieraBanca, che sul perimetro potrà così ruotare ben 6 giocatori, visto che anche Mladenov domenica scorsa ha mandato segnali confortanti sul suo stato di salute.

Ma cosa può darvi fastidio, della formazione marchigiana? "Sono scaltri, furbi, hanno una bella energia e fanno cambi sistematici in difesa", risponde Ferrari, che ovviamente può mettere sulla bilancia dell’incontro altre cose. "Noi abbiamo rotazioni profonde e qualche punto in più nelle mani. In ogni caso questo è uno scontro playoff", non ha dubbi l’allenatore di una Rinascita che dovrebbe essere seguita a Senigallia da almeno una cinquantina di aficionados. La Goldengas, che nel confronto d’andata al Flaminio era incompleta, potrebbe recuperare Giacomini, play da 10.1 punti e 4.2 assist in 30’. I due attaccanti più prolifici sono comunque l’ala grande Varaschin (13.1 pt col 52% da due) e la guardia Giannini (13 pt col 28% da tre). Sfiorano la doppia cifra l’ala Luca Bedetti (9.2 pt per l’ex di turno) e il centro Bedin (9 pt col 57% al tiro).

alb. cresc.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?