Il dna conferma: lo scheletro è di Andreea. Ora bisogna capire se è stato spostato

I resti trovati nel casolare di Castelplanio appartengono a Andreea Rabciuc, la giovane rumena scomparsa nel marzo 2022. L'esame del dna ha confermato l'identità. Ulteriori accertamenti sono in corso per determinare se il corpo sia stato spostato o rimasto nel casolare.

Il dna conferma: lo scheletro è di Andreea. Ora bisogna capire se è stato spostato
Il dna conferma: lo scheletro è di Andreea. Ora bisogna capire se è stato spostato

Sono di Andreea Rabciuc (foto) i resti trovati nel casolare di Castelplanio, il 20 gennaio scorso. L’esame del dna non lascia dubbi e spazza via anche la più piccola speranza che lo scheletro potesse non appartenere alla 27enne rumena scomparsa il 12 marzo del 2022 dalle campagne di Montecarotto, dopo una serata trascorsa con il fidanzato Simone Gresti e altri due loro amici. Il dna – estratto da un dente – è stato comparato con quello della madre. Ora si attandono i risultati di altri accertamenti. In particolare l’analisi dell’entomologo Stefano Vanin (lo stesso che lavorò al caso Claps) dovrebbe essere in grado di stabilire se il corpo sia stato spostato oppure sia rimasto sempre nel casolare.