PalaGuerrieri, slitta la conclusione dei lavori: "Demolizioni quasi concluse, pronto a marzo"

La consegna per Natale non sarà rispettata "Si lavora a incastro per i vari interventi".

PalaGuerrieri, slitta la conclusione dei lavori: "Demolizioni quasi concluse, pronto a marzo"

PalaGuerrieri, slitta la conclusione dei lavori: "Demolizioni quasi concluse, pronto a marzo"

PalaGuerrieri: verso la conclusione della fase di demolizione, per la giunta Ghergo potrà essere riaperto entro la fine dell’inverno prossimo, probabilmente a marzo. Non più quindi entro fine anno come era stato detto nei mesi scorsi ma più probabilmente per marzo, salvo imprevisti visto che la fase della ricostruzione non è stata ancora avviata. "Stanno procedendo le attività – spiega il primo cittadino - per ridare un nuovo volto al PalaGuerrieri. Sono in fase di completamento le opere di demolizione, nei prossimi giorni verranno smontate le travi di copertura e si procederà alle demolizioni dei setti in cemento armato per poi proseguire con il rinforzo delle fondazioni. Il progetto proseguirà quindi con le opere di ricostruzione dei setti in cemento armato a cui faranno seguito gli ordini per la fornitura delle travi in legno lamellare e di tutte le componenti della copertura, per finire con la lamiera. Tutte queste attività richiedono, oltre ai tempi per la posa, anche specifiche tempistiche di fornitura che contribuiscono a determinare il cronoprogramma del lavoro, essendo fasi che non possono sovrapporsi ma devono essere l’una il proseguimento dell’altra. Parallelamente si dovrà procedere al rinforzo delle tribune e a tutte le opere conseguenti per dare l’opera finita: gli spogliatoi, le opere di tamponatura perimetrale e gli infissi. Si tratta - concludono il sindaco Ghergo e l’assessore ai Lavori pubblici Lorenzo Vergnetta - di un lavoro a incastro in cui ogni tassello è fondamentale per raggiungere l’obiettivo e riconsegnare alla città il tempio della pallacanestro entro il prossimo inverno, secondo la tempistica che al momento è quella più oggettiva e concreta".

A inizio dicembre, sette mesi fa, la consegna del cantiere del PalaGuerrieri all’impresa incaricata, per la ristrutturazione del tempio dello sport fabrianese chiuso ormai da tre anni e mezzo. L’intervento di restyling che richiede un investimento di 4,3 milioni di euro, è così finanziato: 2.350.000 euro tramite mutuo attraverso l’Istituto per il Credito Sportivo, 500mila euro di contributo della Regione e 1.450.000 euro di fondi di bilancio, come previsto dalla variazione approvata il 30 maggio dello scorso anno. Il PalaGuerrieri è chiuso a seguito di una verifica sismica e della valutazione dello stato della struttura in legno alla fine del 2020, verifica che ha evidenziato delle carenze strutturali importanti.

Sara Ferreri