Strada del Cavallo, mega antenna: scatta la protesta

A Senigallia, polemiche per l'installazione di un palo di acciaio alto 30 metri per antenne radio. Residenti indignati per impatto paesaggistico e mancanza di tutela da parte degli amministratori.

Strada del Cavallo, mega antenna: scatta la protesta

Strada del Cavallo, mega antenna: scatta la protesta

Una brutta sorpresa per i residenti di Strada del Cavallo a Senigallia, che – come scrive al Carlino Gianluigi Mazzufferi, già consigliere comunale – si sono trovati improvvisamente "un cantiere per l’installazione di un palo di acciaio alto almeno 30 metri. Verrà installato per le antenne di una stazione radio, di proprietà Inwit, che copre le esigenze tecniche di Tim e Vfi". "Guardate che sorpresa sul crinale della collina del Cavallo – continua Mazzufferi – proprio lungo la strada tutti i giorni frequentata dalle passeggiate di turisti e senigalliesi. Un cantiere avviato quasi di soppiatto per costruire la base in calcestruzzo. Tutto in regola per carità per quanto riguarda permessi e licenze, non siamo mica nel 1996 quando Omnitel costruì con inganno e prepotenza sulla medesima strada un impianto analogo. Impianto che però, dopo anni di battaglie, i residenti riuscirono a far demolire, con l’intervento pure di Striscia la Notizia e del Gabibbo arrivato per segare simbolicamente quel palo". "Stavolta – conclude il comunicato – la sega servirà per tagliare la fiducia agli amministratori. Non è possibile che i cosiddetti assessori competenti, si fa per dire, e il Sindaco, facciano finta di nulla come non vedessero, non sentissero, non ricordassero, non parlassero, tantomeno rispondono: non sono in grado di tutelare le zone più rilevanti dal punto di vista paesaggistico".