"Uniti per un turismo più attrattivo"

Più di 300 operatori balneari e albergatori al Workshop dell’ospitalità, per capire quali nuove offerte proporre

"Uniti per un turismo più attrattivo"

"Uniti per un turismo più attrattivo"

Oltre trecento operatori turistici hanno partecipato all’edizione 2024 del "Workshop dell’ospitalità" allestito al Grand Hotel Cesenatico in piazza Andrea Costa. La manifestazione, si è svolta in due giornate, dove sono intervenuti esperti di alto profilo. Lo chef Tomas Marfella ha tenuto uno show cooking per introdurre le novità sui piatti vegetariani e i piatti vegani da poter inserire nei menù di hotel e bagni al mare. Si è parlato a lungo anche di piatti senza glutine e senza lattosio, per consentire anche a chi ha intolleranze di mangiare in maniera gustosa. Un’attenzione è stata dedicata alle colazioni, con dimostrazioni e degustazioni di caffetteria, latte art e prodotti breakfast.

Lo show coking dello chef Omar Casali del Maré ha consentito a molti operatori turistici di avere nuove idee per fare piatti gustosi di pesce, utilizzando specie ittiche e prodotti che consentono di fare ricette gustose ma non costose, anche con le proposte di Ecopesce, l’azienda del cesenaticense Roberto Casali. È stato interessante anche l’ultimo appuntamento dedicato ai cocktail, per mettere sui tavoli le idee per gli aperitivi e i drink, a cura del barman Loris Mesini. Fra le aziende presenti all’iniziativa è stata molto apprezzata la distilleria Valentini di Cesena. "Siamo giunti alla nona edizione e quest’anno per la prima volta collaboriamo con i balneari – dice Leandro Pasini, presidente di Adac Federalberghi –. È stato un workshop molto vivo e partecipato, dove hanno esposto una trentina di fornitori, tutte ditte del territorio, consolidate e conosciute. Con piacere abbiamo coinvolto quattro istituti alberghieri; oltre allo Ial c’erano gli studenti della scuola alberghiera di Cervia, della Pellegrino Artusi di Forlimpopoli e della scuola di Mantova. I ragazzi hanno partecipato attivamente ai lavori; questo è molto positivo, perchè i giovani portano sempre tanta freschezza alle manifestazioni".

"A Cesenatico c’è una collaborazione storica tra noi e gli albergatori – aggiunge Simone Battistoni, presidente della Cooperativa stabilimenti balneari di Cesenatico – negli ultimi anni i rapporti sono molto buoni e questo agevola anche a sviluppare iniziative prima portate avanti soltanto da una associazione. Da questo punto di vista Cesenatico si conferma un laboratorio di lavoro fra le categorie e deve continuare ad esserlo a maggior ragione fra albergatori e balneari. Inoltre è stato azzeccato anche il periodo, perchè a febbraio abbiamo del tempo per incontrare fornitori, aziende che si occupano di tecnologie e altre di prodotti da inserire nei menù".

Giacomo Mascellani