Bologna, 160 visite gratis per la prevenzione dei tumori: come prenotare

Al via un progetto per iniziativa di Ant, Rotary e Distretto 2072. Pannuti: “In un momento di crisi è fondamentale avere la collaborazione degli enti del terzo settore per un tema così importante”

Una mammografia: le visite oncologiche sono importantissime per la prevenzione dei tumori

Una mammografia: le visite oncologiche sono importantissime per la prevenzione dei tumori

Bologna, 25 settembre 2023 - Visite gratuite di prevenzione oncologica grazie all’iniziativa di Rotary club del gruppo felsineo e del Distretto 2072 che anche quest'anno scenderanno in campo al fianco di Ant per rimarcare l’importanza delle diagnosi precoci.

Approfondisci:

Tumore al seno: come prenotare le visite gratis di diagnosi precoci

Tumore al seno: come prenotare le visite gratis di diagnosi precoci

“Non vogliamo sostituirci alla sanità pubblica, ma anzi affiancarla: in un momento di crisi economica è fondamentale avere l’appoggio e la collaborazione degli enti del terzo settore per un tema così importante. La prevenzione permette sia di migliorare la salute delle persone, sia di allocare al meglio le risorse della sanità” ha commentato Raffaella Pannuti presidente della fondazione Ant.

Approfondisci:

Visite gratis a Bologna e provincia per la lotta al tumore e alle patologie del cuore: ecco dove

Visite gratis a Bologna e provincia per la lotta al tumore e alle patologie del cuore: ecco dove

Come prenotare le visite

Il progetto permetterà dunque a 160 cittadini bolognesi di sottoporsi gratuitamente a controlli per la diagnosi precoce dei tumori della cute, della tiroide, ginecologici o mammari. Fino al primo dicembre sarà possibile prenotare le visite sul sito online www.ant.it , mese per mese verrà caricato sul sito il link con il calendario delle visite, a cui ci si potrà registrare fino a esaurimento posti.

Dove si tengono le visite

"È un progetto iniziato nel periodo covid, un momento di particolare crisi, ora siamo orgogliosi di essere riusciti a presentarlo nuovamente con i 10 club del gruppo felsineo” ha spiegato Giulio Trombacco, presidente del Rotary Club Bologna Est. I luoghi dedicati alle visite sono i 6 ambulatori Ant situati in via Jacopo di Paolo 36, in cui già dall’inizio del mese si sono svolti controlli.

“Sono stati spesi circa 10.000 euro per poter permettere questo servizio fondamentale per la comunità, è importante riportare l’attenzione sul tema della prevenzione e dedicargli l’importanza che merita” ha concluso Luca Rizzo Nervo, assessore al welfare del Comune di Bologna.