Fuga di gas all’Isc Bacci. Evacuati alcuni alunni

Attimi di tensione nella mattinata di ieri quando i ragazzi sono stati fatti uscire dalle insegnanti: c’era una perdita dal contatore .

Fuga di gas all’Isc Bacci. Evacuati alcuni alunni
Fuga di gas all’Isc Bacci. Evacuati alcuni alunni

Alla fine, le dimensione di una situazione di emergenza si sono rivelate di entità più modesta, trattandosi di una piccola perdita di gas riconducibile al contatore che distribuisce il gas alla porzione di edificio destinata alla mensa scolastica, ma il timore che la fuga di gas potesse essere qualcosa di più serio ha indotto la direzione didattica dell’Isc Bacci, ad adottare provvedimenti ‘drastici’ come l’evacuazione degli alunni del complesso scolastico che, a metà mattinata, sono stati fatti ordinatamente uscire dall’edificio, accompagnati dagli insegnanti Le famiglie sono state avvisate dell’inconveniente, per andare a riprendere i ragazzini o per informarle del fatto che sarebbero rientrati con un po’ di anticipo.

Un provvedimento che è stato adottato al solo scopo di garantire l’incolumità degli studenti in attesa di capire cosa stava accadendo e di comprendere la portata del problema. Ricevuta la segnalazione, di cui è stato informato tempestivamente anche il Comune, i tecnici dell’Italgas si sono recati sul posto per le verifiche del caso, al termine delle quali è stato appurato che si trattava di una perdita riconducibile al contatore che distribuisce il gas alla porzione di edificio destinata alla mensa scolastica. Sono state adottate tutte le misure del caso per accertare che non ci fossero perdite anche nel contatore che regola la distribuzione nella centrale termica e, quindi, nell’impianto di riscaldamento dell’intero edificio. Una volta scongiurata questa eventualità, l’Italgas ha provveduto a chiudere il contatore del corpo mensa, lasciando regolarmente in funzione quello relativo alla centrale termica. In questo modo, l’attività didattica in presenza non è stata compromessa e oggi potrà proseguire normalmente e in piena sicurezza per i ragazzi, mentre è stata sospesa l’attività della preparazione dei pasti nei locali della mensa in cui si era verificato il guasto. Al termine dei controlli è stato perciò deciso, di concerto con il Comune (che ne ha dato puntuale comunicazione alle famiglie attraverso i propri canali), che il servizio mensa, a partire da oggi, sarà comunque e regolarmente assicurato dalla ditta appaltatrice, ma attraverso un punto alternativo dedicato alla preparazione dei pasti. Tutto questo, in attesa di risolvere definitivamente il problema della perdita di gas e ripristinare tutte le condizioni per una ripresa a pieno regime di ogni attività, didattica e non.

Marisa Colibazzi